BENVENUTO   |   Login   |   Registrati   |
Imposta Come Homepage   |   Ricerca Avanzata  CERCA  

SCUOLA/ Quei giovani così "infantili" che preoccupano i prof

Pubblicazione: - Ultimo aggiornamento:

Dal film "Marcellino pane e vino" di Ladislao Vajda (1955) (Immagine d'archivio)  Dal film "Marcellino pane e vino" di Ladislao Vajda (1955) (Immagine d'archivio)

Questi ragazzi dicono di avere «il male di vivere» ma poi, se gli vai a chiedere che cosa vogliono dalla vita, che cosa sono, nemmeno ti sanno rispondere. Ti dicono «ciò che non siamo, ciò che non vogliamo». Come Eugenio: ogni giorno se ne sta seduto sul muretto, che non è neanche a norma, con tutti quei «cocci aguzzi di bottiglia» sopra! Le scuole italiane, del resto, cadono a pezzi, si sa, andrebbero tutte ristrutturate. 

E Cesare? quant'è complicato! Gli metti 8 ai compiti, torna al banco e scrive: «E con questo?». Ma così non si vive più! Nel tema ha scritto che «da chi non è pronto a legarsi con te per tutta la vita non dovresti accettare neanche una sigaretta». Esagerato! È vero che bisogna stare attenti alle droghe, e girare alla larga da certi tipi che non esiterei a chiamare maledetti (come Carlo, il francese, che frequenta brutti amici di un'altra scuola: Arturo, Stefano, Paolo). Io ho un sospetto, dobbiamo far intervenire i cani antidroga! Comunque drogarsi fa male, d'accordo, ma dire che non bisogna accettare neanche una sigaretta, figlio mio... bisogna anche essere un po' spensierati, a quest'età! Se cominci così, da grande va a finire che ti ammazzi! Chissà quante gliene avrà offerte Italo, e Cesare non ha voluto! 

Che responsabilità, vedete! Perché saranno anche bravi a scrivere, però come pensiero sono ancora infantili. Va be', anche noi da adolescenti abbiamo attraversato una fase delicata: non sapevamo cosa volevamo ed eravamo pieni di domande. Poi, per fortuna, abbiamo raggiunto la maturità. Cresceranno anche loro, e certe fissazioni se ne andranno da sole. La finiranno di fare i poeti, e inizieranno a parlare, come noi, di cose più serie. 

< br/>
© Riproduzione Riservata.

< PAG. PREC.