BENVENUTO   |   Login   |   Registrati   |
Imposta Come Homepage   |   Ricerca Avanzata  CERCA  

SCUOLA/ Tfa II ciclo, quali sono le novità?

Pubblicazione: - Ultimo aggiornamento:

Infophoto  Infophoto

Una volta superato il test preliminare i candidati ammessi alle prove scritte potranno indicare «due ulteriori Atenei ubicati in altre Regioni, presso i quali svolgere il percorso di Tfa qualora, al termine dell'intera selezione, sebbene abbiano superato tutte le prove selettive, non si siano collocati in posizione utile per l'accesso nell'Ateneo originariamente prescelto» (art. 7 co. 6). La ridistribuzione di tali candidati idonei verrà effettuata tenendo conto delle preferenze espresse dagli stessi e dal punteggio finale conseguito.

Per quanto riguarda le tempistiche, si prevede di svolgere la prova preselettiva entro il mese di luglio 2014, le procedure per la prova scritta e orale entro il mese di ottobre 2014 e di attivare i corsi nel mese di novembre 2014.

A questo punto c'è da sperare che il Miur prosegua in questa direzione di correzione virtuosa degli errori commessi nel recente passato: in particolare, tra altre mille vicende, occorrerà una buona dose di ragionevolezza e buon senso nel predisporre il test preselettivo, al fine di evitare che domande assurde e contraddittorie sbarrino la strada verso l'abilitazione a tante persone competenti e motivate. 

In questo senso sarà fondamentale il compito della Commissione nazionale nominata dal ministro (ai sensi dell'art. 15 comma 5, D.M. n. 249 del 2010) e che dovrà redigere il test preliminare che avrà identico contenuto su tutto il territorio nazionale per ciascuna classe di abilitazione.



© Riproduzione Riservata.

< PAG. PREC.