BENVENUTO   |   Login   |   Registrati   |
Imposta Come Homepage   |   Ricerca Avanzata  CERCA  

MATURITA' 2014/ Prima prova, tipologia A (analisi del testo): istruzioni per il "viaggio"

Pubblicazione: - Ultimo aggiornamento:

Infophoto  Infophoto

Sembrano solo considerazioni molto generali, ma in realtà ripercorrono i diversi momenti in cui è strutturata l'analisi del testo. La comprensione, ovvero quello che il testo dice; l'analisi, ovvero come lo dice, e che cosa dice senza dirlo; l'approfondimento, ovvero il contesto artistico, culturale, storico, umano, cui è riferibile. Da me. Da me, perché, appunto, non mi è richiesto di essere conoscitore approfondito di ogni autore della letteratura universale. Mi è richiesto, in un certo senso, di raccontare, per tappe, il viaggio che nel testo ho compiuto e che il testo mi ha fatto fare. Un viaggio che si scopre di poter raccontare anche bene, con una forma gradevole, benché  in qualche passaggio un po' tecnica nel lessico: il lessico tecnico resta arido se non c'è alcun viaggio da raccontare, altrimenti…. Avete presente il lessico marinaro in Melville?

Ma l'analisi del testo può essere una scelta premiante anche per chi, poco ferrato nella materia "Italiano", sarebbe tentato di giocare subito la carta della chiacchiera da bar di cui si diceva, e lo è per due buoni motivi: è una prova molto strutturata e quindi soccorrevole nei confronti di chi rischia disorganizzazione del pensiero, cadute logiche o anche semplicemente panico da pagina bianca; richiede di mettere in campo le conoscenze e, qualora vi siano, nessuna commissione mancherà di riconoscerlo.

Si sta parlando di una prova d'esame, e una prova d'esame deve riuscire. Uno studente un po' attento e serio, anche se non molto bravo a scrivere, è in grado di fornire un 'analisi del testo sufficiente; uno studente interessato alla letteratura e dotato di capacità di scrittura, ad onta della pedanteria un po' piccina (almeno in apparenza) di certe domandine, può fare una cosa bella.

(2 − fine)




© Riproduzione Riservata.

< PAG. PREC.