BENVENUTO   |   Login   |   Registrati   |
Imposta Come Homepage   |   Ricerca Avanzata  CERCA  

Maturità 2014 / Prima prova Esami di Stato tracce, temi svolti, titoli: storico-politico, il commento di Luca Castellin (news, 18 giugno in diretta)

Pubblicazione: - Ultimo aggiornamento:

Foto: InfoPhoto  Foto: InfoPhoto

MATURITA' 2014, DIRETTA L'ESAME DI STATO: QUASIMODO E L'IRONIA DELLA RETE Alla fine è uscito Quasimodo. Niente Pascoli, Saba o Marquez, ma “Ride la gazza nera sugli aranci” del poeta siciliano. E’ questa la traccia proposta dal ministero per la tipologia A (analisi del testo) della prima prova dell’esame di maturità 2014. La scelta è impegnativa, ma in Rete ha raccolto commenti tutto sommato positivi: "Vi lamentate per Quasimodo? Pensate a chi è toccato il mitico Claudio Magris e tacete", scrive un utente su Twitter riferendosi all’autore proposto l’anno scorso. “Per il tema d'Italiano è uscito Quasimodo, l'unico che si esprimeva in 140 caratteri da prima che esistesse Twitter”, ironizza un altro, mentre in molti scherzano sul protagonista del Gobbo di Notre-Dame, Quasimodo appunto: "E ho il terrore io di quelli che nel compito citeranno Il gobbo di Notre Dame", si legge ancora su Twitter. "Leggo che è uscito Quasimodo tra le tracce. Magari fosse uscito l'anno scorso, so a memoria il Gobbo di Notre Dame".

MATURITA' 2014, DIRETTA L'ESAME DI STATO: SAGGIO IN AMBITO TECNOLOGICO Per la tipologia B, quella del saggio breve o articolo di giornale, in questa Maturità 2014 è emerso un tema molto interessante nell’ambito tecnico-scientifico. Infatti, è sicuramente alla portata della generazione che sta scaldando con concentrazione assoluta le sedie delle aule dedicate alle prove di Maturità. Si parte da uno spunto interessantissimo di un articolo di Fabio Chiusi pubblicato sul quotidiano L’espresso, che racconta dell’opera di un giornalista scientifico e scrittore, Manzocco: egli, nel suo “Esseri Umani 2.0”, spiega come alcuni desideri di superare i limiti caratteristici dell’umanità possano realizzarsi grazie alle nuove tecnologie, presentando, per esempio, la tecnica del mind-uploading, che farà certamente spuntare un sorrisetto ironico sulle labbra di tutti i maturandi che decideranno di inoltrarsi in questa tipologia di traccia. Altri spunti proposti dal Ministero includono: “E il robot prepara il cocktail e fa la guerra” di Massimo Gaggi, “La tecnologia da sola non fa scuola” di Dianora Bardi e “Psiche e techne. L’uomo nell’età della tecnica” di Umberto Galimberti. Anche in questo caso, gli studenti dovranno cercare di tenere una linea il più possibile personale prendendo spunto dai documenti proposti.

MATURITA' 2014, DIRETTA L'ESAME DI STATO: SAGGIO STORICO POLITICO SULLA VIOLENZA Per la tipologia B di svolgimento della prima prona di Maturità 2014, per l’ambito storico politico, il tema scelto quest’anno dal Ministero ha questo titolo: la violenza e non violenza: due volti del Novecento. Anche in questo caso il ministero propone dei documenti ai quali i maturandi possono fare riferimento per strutturare la loro composizione. Per questo salto nel ‘900 sono stati, infatti, citati “Le guerre mondiali. Dalla tragedia al mito dei caduti”, opera di George Mosse, storico tedesco che è moto nel 1999, ma anche “Per la critica della violenza” di Walter Benjamin e “Sulla violenza” di Hannah Arendt. Oltre a questi, gli studenti stanno attingendo da “Antiche come montagna” di Gandhi e “Il discorso” di Martin Luther King. Naturalmente, le conoscenze a proposito del mondo attuale e della storia da parte degli studenti devono essere ricche e approfondite per poter affrontare un argomento di questo genere, e nessuno deve dimenticare di spaziare su tutti i documenti e trarne una linea unica di pensiero che sia il più possibile pertinente e personale.

MATURITA' 2014, DIRETTA L'ESAME DI STATO: TUTTI GLI AUTORI CITATI NEI TEMI  Nei vari temi di oggi molte sono le citazioni di autori vari che arricchiscono e permettono approfondimenti agli studenti che si cimentano con la prova di italiano. Ecco dunque tutti gli autori citati. Nel tema di ambito artistico-letterario, "Il dono", appaiono Grazia Deledda e il suo Il dono di Natale; Theodor Adorno con Minima Moralia; Marco Aime e Anna Cossetta con Il dono al tempo di internet; Mark Anspach con Dono e reciprocità e infine Enzo Bianchi con Dono, senza reciprocità. Nel tema di ambito socio-economico "Le nuove responsabilità" appaionoWolfgang Behringer, Storia culturale del clima; Amartya Sen, Lo sviluppo è libertà. Perché non c’è crescita senza democrazia; Luce Irigaray, Condividere il mondo; Jacques Attali, Domani, chi governerà il mondo?

Nel tema di argomento storico.politico, "Violenza non violenza due volti del novecento", ecco George L. Mosse, Le guerre mondiali. Dalla tragedia al mito dei caduti; Walter Benjamin, Per la critica della violenza; Hannah Arendt, Sulla violenza; Mohandas K. Gandhi, Antiche come montagne; Martin Luther King, il discorso.

Nel tema di ambito tecnico scientifico: Fabio Chiusi, Trans Umano la trionferà; Massimo Gaggi, E il robot prepara cocktail e fa la guerra; Dianora Bardi, La tecnologia da sola non fa scuola; Umberto Galimberti, Psiche e techne. L’uomo nell’età della tecnica.



< PAG. PREC.   PAG. SUCC. >