BENVENUTO   |   Login   |   Registrati   |
Imposta Come Homepage   |   Ricerca Avanzata  CERCA  

Maturità 2014 / Prima prova Esami di Stato tracce, temi svolti, titoli: storico-politico, il commento di Luca Castellin (news, 18 giugno in diretta)

Pubblicazione: - Ultimo aggiornamento:

Foto: InfoPhoto  Foto: InfoPhoto

MATURITA' 2014, DIRETTA L'ESAME DI STATO: LA TRACCIA SU RENZO PIANO Un’altra traccia della prima prova della Maturità 2014 riporta la frase “Siamo un paese straordinario ma fragile”, attribuibile a Renzo Piano. Molti studenti lo ricordano certamente per le sue performances in qualità di architetto -basti solo pensare al centro Pompidou o anche al Parco della Musica di Roma-, ma Piano è anche senatore a vita: ecco qui, dunque, una frase che dà l’incipit per un tema di attualità che può spaziare davvero su ogni argomento pregnante nell’Italia di oggi. Ogni alunno potrà concentrarsi e rielaborare la frase calandola in nel contesto che gli è più congeniale, l’importante è aver seguito le ultime vicende politiche, economiche, finanziarie e anche di cronaca italiana. Per svolgere questa traccia sarà infatti necessaria un’assidua lettura dei quotidiani e un’ottima conoscenza dei principali fatti che hanno accompagnato l’Italia negli ultimi tempi, in modo da poterli indirizzare al meglio nelle parole dell’architetto, scelta davvero interessante che descrive in sé le debolezze e anche le potenzialità della nostra nazione.

MATURITA' 2014, DIRETTA L'ESAME DI STATO: IL TEMA STORICO È scattata alle 8.30 la prima prova scritta della Maturità 2014: i maturandi sono al lavoro (avranno 6 ore di tempo) e mentre le penne si agitano sui banchi stanno arrivando le prime notizie – dopo le tante indiscrezioni – circa le tracce. Per quanto concerne la tipologia C, ovvero quella relativa al tema storico, l’argomento che gli studenti dovranno trattare è relativo all’Europa e di come questa sia cambiata negli ultimi 100 anni; si parla infatti di un confronto tra il Vecchio Continente del 1914, allo scoppio della Prima Guerra Mondiale (è il centesimo anniversario del suo scoppio), è quello odierno, appena uscito dalla tornata di elezioni europee. Non si tratta dunque di un tema strettamente legato alla Grande Guerra e alle causa che l’anno provocata – che comunque può costituire un indubbio punto di partenza per il proprio elaborato – ma di un ragionamento di ampio respiro di come l’Europa sia cambiata tra allora e oggi, passando per il lungo e tribolato processo di unificazione.

MATURITA' 2014, DIRETTA L'ESAME DI STATO: LA TRACCIA SU QUASIMODO (ANALISI) Una delle tracce della maturità 2014 pare che sia relativa alla poesia “Ride la gazza nera” del poeta Salvatore Quasimodo, di origini siciliane, nato nel 1901 nella bella isola del meridione. Il poeta, trasferitosi a Messina nel 1908, si diplomò nella sezione nella sezione scientifica e matematica, per poi trasferirsi a Roma e infine anche a Firenze, dove ritrovò la passione e la speranza di una carriera in ambito letterario. Per tutti gli studenti impegnati oggi, mercoledì 18 giugno 2014, è bene ricordare che questa poesia esprime il ricordo della sua terra siciliana, quasi fosse “un sogno vero”, cioè una realtà lontana dal presente, ma ancora vivida nel cuore del poeta, con tutte le  sue sensazioni, i colori, gli odori e i suoni. “Ride la gazza” è l’incipit della lirica di Quasimodo, che riporta in superficie, con una schiettezza palese, le immagini che il poeta vuole ricordare, associandole alla spensieratezza e alla purezza di alcune età e alcuni momenti della vita che egli associa proprio alla sua infanzia. I passi della lirica sui quali ogni studente si può concentrare per far emergere quest’idea che il poeta sottolinea sono davvero innumerevoli, in ogni angolo e in ogni verso, infatti, Salvatore Quasimodo porta davanti agli occhi i dettagli di una terra che l’ha accolto in un’età così innocente.



< PAG. PREC.   PAG. SUCC. >