BENVENUTO   |   Login   |   Registrati   |
Imposta Come Homepage   |   Ricerca Avanzata  CERCA  

TEMI SVOLTI MATURITA' 2014/ L'umano e l'invadenza della tecnica (Tipologia B, traccia tecnico-scientifica) di Nicola Sabatini (Esami di Stato)

Pubblicazione: - Ultimo aggiornamento:

Bohr e Einstein  Bohr e Einstein

Siamo dunque sul limitare di una "mutazione" genetica dell'uomo indotta da un prodotto umano? Se pensiamo alle sostituzioni dell'umano, dobbiamo per ora dire di no: la mutazione riguarda più che altro usi e abitudini, alle quali il nostro cervello si sta adeguando grazie alla sua plasticità. Per esempio è accertato che il modo di studiare è cambiato dall'avvento di internet: alla sequenzialità alla ricerca minuziosa delle fonti in polverose biblioteche si è sostituita la potenza dei calcolatori e la disponibilità di informazioni illimitate e spesso scoordinate fra loro. Questo è un bene o un male? Non esiste una parola ultima che ci metta al riparo dal giudizio sulle singole situazioni. L'ingresso delle nuove tecnologie a scuola, per esempio, è destabilizzante, ma è anche una grande opportunità. È perciò da guardare con favore, perché la tecnologia non è una cieca forza che inesorabilmente sopravanzerà l'uomo. È piuttosto una possibilità data all'uomo per migliorare la sua condizione materiale. Le ideologie transumaniste invece rispondono ad attese utopiche parascientifiche a carattere religioso e, in quanto tali, vogliono rispondere allo stesso desiderio di vita piena dell'uomo, ma tradendolo. Perché vogliono cancellare l'uomo. 
Per non farsi ingenuamente cancellare e raggirare non si può dunque dimenticare che l'uomo è guidato nel suo agire da un desiderio, che può liberamente perseguire nella ricerca di un bene che a tale desiderio risponda. Desiderio, libertà, idea di bene: da qui si può ripartire per un giudizio sulle singole situazioni che la tecnica offre e offrirà sempre di più al genere umano.



© Riproduzione Riservata.

< PAG. PREC.