BENVENUTO   |   Login   |   Registrati   |
Imposta Come Homepage   |   Ricerca Avanzata  CERCA  

TEMI SVOLTI MATURITA' 2014/ Le nuove responsabilità (Tipologia B, saggio breve o articolo socio-economico) di Francesco Seghezzi (Esami di stato)

Pubblicazione: - Ultimo aggiornamento:

(infophoto)  (infophoto)

Non si tratta di concetti astratti ma di un giudizio socio-politico ben preciso. La responsabilità della politica è quella di generare spazi di libertà per i cittadini, e la vita in un pianeta sano è una pre-condizione per l'esistenza di tali spazi.

Questa lettura può essere sviluppata anche per un altro grande tema che spesso domina il dibattito pubblico: il multiculturalismo. Ci troviamo nella stessa dinamica sopra accennata. L'individualismo contemporaneo per compiere sé stesso, nella dimensione economica, si trova obbligato al contatto con chi è altro e diverso. Infatti, la crisi obbliga le imprese occidentali a guardare ai paesi emergenti come players principali per le nostre esportazioni. Senza l'incontro con civiltà molto lontane dalla nostra la nostra sostenibilità economica è destinata a finire. Per dirlo con le parole di Luce Irigaray "la coesistenza mondiale corrisponde a una delle sfide della nostra epoca".

Scorgiamo quindi un ulteriore paradosso che obbliga l'individuo contemporaneo a riscoprire l'impossibilità di concepirsi come monade, e quindi come polo di uno scontro dialettico tra simile e diverso.

Il modello stesso di economia che si sta delineando, sempre più nella direzione della condivisione dei beni, della sharing economy, obbliga il modello capitalista ad uscire dai suoi limiti per passare da una mano invisibile a una comunità di intenti. Questo senza rinunciare al legittimo interesse per il profitto e per il mantenimento della proprietà, ma cominciando a intuire che la condivisione di competenze e servizi, anche all'esterno di una logica di mercato, genera benessere.

Le nuove responsabilità nascono dunque dalle sfide che il mondo contemporaneo lancia. Sono un obbligo ad andare oltre una concezione individualista del singolo, un obbligo non morale ma, come abbiamo visto anche sociale ed economico. L'economia e la sociologia hanno il compito di cogliere queste sfide e costruire modelli che siano all'altezza. Perchè è ormai chiaro a tutti, come dice Papa Francesco, che "il progresso economico e sociale equo si può ottenere solo congiungendo le capacità scientifiche e tecniche a un impegno di solidarietà costante, accompagnato da una gratuità generosa e disinteressata a tutti i livelli."



© Riproduzione Riservata.

< PAG. PREC.