BENVENUTO   |   Login   |   Registrati   |
Imposta Come Homepage   |   Ricerca Avanzata  CERCA  

Maturità 2014/ Seconda prova ITC ragioneria, economia aziendale:la soluzione di Adele Zancarelli e Alessandra Baroni

Pubblicazione: - Ultimo aggiornamento:

Foto: InfoPhoto  Foto: InfoPhoto

SVOLGIMENTO

 

Il seguente svolgimento si propone di rispettare i vincoli suggeriti dalla traccia, integrando con dati a scelta, in base alle necessità , nel rispetto degli schemi imposti dalla normativa.

Vincoli esercizio 2012 (importi in migliaia)

1)      Capitale proprio = € 5.600, da suddividere, ad esempio: Capitale Sociale  € 4.000

                                                                                                        Riserve                  € 1.936

                                                                                                       Perdita               -  €    336

2)      ROE (Rn/Cp) negativo = 6%, da cui si calcola un Rn= 5.600 x 6%= €  - 336

3)      Leverage (Ci/Cp)= 2,6, da cui si ottiene: Ci= 5.600 x 2,6= € 14.560

4)      Indice di rotazione degli impieghi( V/Ci) = 1,40, da cui si ottiene: V=14.560 x 1,4= € 20.384

A questo punto è possibile abbozzare uno schema di Stato patrimoniale  dell’impresa industriale ALFA Spa, ipotizzando che le immobilizzazioni nette siano il 70% del capitale investito e quindi l’attivo circolante il 30%:

ATTIVITA’

PASSIVITA’

 

Immobilizzazioni nette (70%) = €  10.192

 

 

 

_________________________________

Attivo circolante   (30%)         = €     4.368

 

 

Capitale proprio   =              €    5.600

Capitale di terzi     =             €    8.960

Capitale investito                     = €   14.560

Fonti di finanziamento  =   €   14.560

 

Supponendo che le immobilizzazioni siano soltanto materiali, che l’impresa esista da circa 6 anni

e che le aliquote medie di ammortamento siano quelle indicate tra parentesi, si redige la seguente

tabella che mette in evidenza tutte le variazioni intervenute nel corso dell’esercizio 2013:

 

 

         IMMOB.

Variaz.

FABBRICATI

       (3%)

IMP.MACCHIN

       (12%)

ATTREZZATURE

        (10%)

ALTRI BENI

     (15%)

TOTALE

31/12/12:

Costo Storico

-F.do amm.to

 

       3.854

          694

 

      8.007

      5.765

 

       6.215

       3.765

 

    5.890

    3.550

 

VALORE CON-

TABILE 2012

 

       3.160

 

      2.242

 

       2.450

 

    2.340

 

      10.192

+ acquisti

 

         480

 

 

            480

-vendite

 

 

(val.cont.)  20

(val.real.    26)

 

 

              20

-amm.ti 2013

           116

      1.018

         600

       884

        2.618

 

 

 

 

 

 

VALORE CON

TABILE 2013

 

       3.044

 

      1.704

 

      1.830

 

     1.456

 

        8.034

 

L’importo dell’Attivo Circolante, per il 2012 pari ad € 4.368, può essere ripartito come segue:

I-                    RIMANENZE : 1) materie prime     €    740

                          2) semilavorati        €    320

                          4) prodotti finiti       €    970

      II- CREDITI : 1) verso clienti                    €   2.261

5)      Verso altri      (es.anticipi a dip.)      €         52

IV- DISP.LIQUIDE: 3) denaro in cassa              €           3

D) Ratei e risconti (riferiti a premi assic.)       €         22

I valori relativi al 2013 saranno, nei limiti, complessivamente simili.

Tornando alle voci del Passivo, la seguente tabella è utile per mettere in evidenza le variazioni

intervenute nel corso dell’esercizio 2013:

PATRIMON

NETTO

I – CAPIT.

SOCIALE

II-RIS.

SOVR.AZ.

IV-RIS.

LEGALE

V-RIS.

STATUTAR

VII-ALTRE

RISERVE

IX UTILE

PERDITA

TOTALI

31/12/12

   4.000

 

   500

     900

   536

   -336

    5.600

Copertura

perdita

 

 

 

 

 

  -336

 

     336

 

Aumento

Cap.soc.

 

   1.000

 

     200

 

 

 

 

 

    1.200

Utile 2013

 

 

 

 

 

    +750

        750

 

 

 

 

 

 

 

 

31/12/13

   5.000

     200

   500

    900

    200

      750

     7.550

 

 

 

 

 

 

 

 

 

Il capitale di terzi, che nel 2012 era pari ad € 8.960, può venire così suddiviso:

C) TFR                         €   320 : importo ante riforma 2006, da rivalutare ogni anno

D) Debiti:  4) Banche   €  4.982, di cui € 1.820 mutuo passivo al tasso del 4,2%; rata annua 1/7

                   7) Fornitori          €   1.850

                  12) Tributari         € 430, rappresentati da Debiti erario IVA,  ritenute da versare, imposte

                  13) Istit.previdenziali €  260, per contributi INPS e INAIL

                   14) Altri debiti       €  1.080, per retribuzioni dovute ai dipendenti

 E) Ratei e risconti                    €       38  per interessi maturati sul mutuo e non ancora corrisposti.

 

Nel corso dell’esercizio 2013 l’impresa compie le seguenti operazioni di gestione:

-          1) in data 18 marzo emette una nuova azione ogni 4 possedute: valore nominale € 10, oltre ad € 2 di sovrapprezzo e ad € 0,50 di rimborso spese emissione.

 

-          2) in data 1 aprile emette un prestito obbligazionario convertibile di n. 100.000 obbligazioni del valore nominale di € 20 ciascuna, al tasso del 3,2 %, cedola annuale, commissione 0,6%.

 

-          3) in data 10 giugno si provvede, come previsto dall’assemblea che ha approvato il bilancio, alla copertura della perdita 2012 mediante utilizzo della Riserva straordinaria .

Tenendo conto di quanto sopra stabilito, si redige il seguente bilancio:

 

STATO PATRIMONIALE

ATTIVO

   2013

   2012

   PASSIVO

  2013

   2012

B) IMMOBILIZZAZ

 

 

A)     PATR.NETTO

 

 

II-MATERIALI

 

 

I-                    CAPITALE

  5.000

  4.000

1)Ter.fabbricati

    3.044

   3.160

  II- RIS.SOVR.AZIONI

     200

    -----

2)Imp.macchinari

    1.704

   2.242

IV-RISERVA LEGALE

     500

     500

3)Attrezz.industr.

    1.830

   2.450

V-RISERVA STATUTARIA

     900

     900

4)Altri beni

     1.456

   2.340

VII-ALTRE RISERVE

     200

     536

 

 

 

IX-UTILE (PERDITA)

     750

   - 336

TOTALE   B

     8.034

 10.192

 

 

 

 

 

 

TOTALE  A

   7.550

   5.600

C)ATTIVO CIRCOL

 

 

 

 

 

I-RIMANENZE

 

 

      C)TFR

      334

       320

 

 

 

D)DEBITI

 

 

1)Materie prime  

        810

     740

2) Obbligazioni convert.

    2.000

  ---------

2) Semilavorati

        330

     320

 4)Debiti v/banche

(di cui oltre esercizio)

    2.036

   (1.720)

    4.982

  ( 1.820)

4) Prodotti finiti

        950

     970

7)Deb.v/fornitori

        916

     1.850

II-CREDITI

 

 

12)Deb.tributari

        210

        430

1)      v/clienti

     3.286

   2.261

13)Deb.v/ist.previdenz.

        208

        260

5)v/altri

          64

         52

14)Altri debiti

        162

      1.080

 

 

 

 

 

 

IV-DISPON.LIQUID

 

 

TOTALE D

     5.532   

      8.602

3)Den.cassa

            3

            3

 

 

 

 

 

 

E) Ratei e risconti

           84

            38

TOTALE  C

     5.443

   4.346

 

 

 

 

 

 

TOTALE FONTI FINANZ

   13.500

    14.560

D)Ratei e risconti

           23

         22

 

 

 

 

 

 

 

 

 

TOTALE CAP.INV.

  13.500

  14.560

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

CONTO ECONOMICO

 

A)     VALORE DELLA PRODUZIONE

   2013

     2012

1)      Ricavi delle vendite e delle prestazioni

   22.422

    20.384

2)      Variazione rim. Prodotti (330+950-320-970)

-10

            30

5)      Altri ricavi e proventi (plusvalenza ordinaria)

           6

            18

 

____________

____________

     TOTALE    A

   22.418

    20.432

 

 

 

B)     COSTI DI PRODUZIONE

 

 

6)      Per materie prime,suss.cons.e merci  (35% Vendite)

     7.848

      7.134

7)      Per servizi ( circa 16% Vendite)

     3.634

       3.261

9)      Per il personale (30% Vendite)

     6.727

       6.115

10)  Ammortamenti e svalutazioni (2.618+66)

     2.684

       2.500

11)  Variaz.rimanenze materie prime (740-810)

-70

            50

       14) oneri diversi

         107

            61

 

____________

______________

     TOTALE  B

   20.930

     19.121

 

____________

______________

    DIFFERENZA  A - B

     1.488

       1.311

 

 

 

C)     PROVENTI E ONERI FINANZIARI

 

 

       17) Interessi e altri oneri finanziari

(bancari, mutui, PO, fornitori, disaggio)

 

    -    228

 

     -1.412

 

 

 

D)     PROVENTI E ONERI STRAORDINARI

 

 

       21) oneri (=sopravvenienza passiva)

 

        -213

 

_____________

_____________

RISULTATO PRIMA DELLE IMPOSTE

       1.260

        -314

22) Imposte sul reddito eserc, correnti, differite e ant.

       -510

         -22

 

_____________

_____________

23) Utile (perdita) d’esercizio

         750

        -336

 

=============

=============

 

PUNTO A SCELTA N. 1

In data 18/3/13 si emettono 100.000 nuove azioni  del valore nominale di € 10 ciascuna, oltre ad un sovrapprezzo di € 2 e ad un rimborso spese emissione pari ad € 0,50 ogni azione:

AZIONISTI C/SOTTOSCRIZIONE                     1.250

VERSAM.C/AUM.CAP.SOCIALE                                 1.000

RISERVA SOVRAPP.AZIONI                                            200

RIMBORSO SPESE EMISSIONE                                        50

Registrazione aumento

VERSAM.C/AUM.CAP.SOCIALE                     1.000

CAPITALE SOCIALE                                                    1.000

Versamento soci

BANCA C/C                                                    1.250

AZIONISTI C/SOTTOSCRIZIONE                                 1.250

 

Natura dei conti utilizzati:

1)      Azionisti c/sottoscrizione: conto finanziario

2)      Versam.c/aum.capitale soc.: conto economico di capitale

3)      Capitale Sociale: conto economico di capitale

4)      Riserva sovrapp.azioni: conto economico di capitale

5)      Rimborso spese emissione: conto economico di reddito

6)      Banca c/c : conto finanziario

 

In data 1/4/13 si emettono n. 100.000 obbligazioni convertibili da € 20 ciascuna; tasso 3,2%; cedola annuale; rimborso di 10 anni a partire dall’1/4/14; commissione sindacato bancario 0,6%.

OBBLIGAZIONISTI C/SOTTOSCRIZIONE                    2.000

PRESTITO OBBLIGAZIONARIO CONVERTIBILE                     2.000

Pagate commissioni al sindacato bancario

DISAGGIO SU PRESTITI                                                    12

BANCA C/C                                                                                  12

Versamento obbligazionisti

BANCA C/C                                                                2.000

OBBLIG.C/SOTTOSCR.                                                                      2.000

31/12/13: rilevato rateo passivo (2.000x3,2x9/1200)

INT.PASS. SU OBBLIG.                                                              48

RATEI PASSIVI                                                                           48

31/12/13: quota ammortamento disaggio

AMMORTAMENTO DISAGGIO                                  1,2

DISAGGIO SU  PRESTITI                                                            1,2

 

Natura dei conti utilizzati:

1)      Obbligazionisti c/sottoscrizione: conto finanziario

2)      Prestito obbligazionario convertibile: conto finanziario

3)      Disaggio su prestiti: conto economico pluriennale

4)      Interessi passivi su obbligazioni: conto economico di esercizio

5)      Ratei passivi: conto finanziario

6)      Ammortamento disaggio: conto economico.

10/6/2013: gli azionisti, durante l’assemblea per l’approvazione del bilancio, decidono di coprire la perdita dell’esercizio 2012 utilizzando la riserva straordinaria:

RISERVA STRAORDINARIA                                         336

PERDITA ESERCIZIO PRECEDENTE                               336

I conti utilizzati sono tutti e due conti economici di capitale.

 

PUNTO A SCELTA N. 2

RENDICONTO FINANZIARIO DELLE VARIAZIONI DEL CCN

SEZIONE 1

FONTI                                                                                    IMPIEGHI

Utile esercizio 2013               750                                         Acquisto cespiti                      480

+ ammortamenti                   2.618

 + rivalut. netta TFR (14-11%)   12                                        Rimborso rata mutuo              100

-plusvalenza                               -6                                        ____________________________

=Flusso gen.gest.reddit.        3.374                                       TOTALE IMPIEGHI                   580

+ vendita cespiti (val.real.)        26

+ em.Prestito Obbligaz.        2.000                                       VAR.CCN: 6.600-580= 6.020

+ aumento Cap.Sociale         1.200

                                   _________

TOTALE FONTI                                 6.600

 

                                                                       SEZIONE 2

VARIAZIONI POSITIVE                                                                       VARIAZIONI NEGATIVE

Aumenti attività correnti:                                                          Aumenti passività correnti:

Crediti v/clienti  € 1.097                                                       Ratei e risconti passivi       €   46

Diminuzioni passività correnti:                                                 Diminuzioni attività correnti:

Banche c/c         €  2.846                                                       Ratei e risconti attivi          €      1

Fornitori             €     934                                                       __________________________

Deb.tributari      €     220                                                      TOT.VAR.NEGATIVE            €  47

Deb.ist.previd.   €       52                              

Altri debiti          €     918                                                      VAR.CCN: 6.067 – 47= 6.020

________________________

TOT.VAR.POSITIVE  €  6.067

 

PUNTO A SCELTA N. 3

Relazione sulla situazione finanziaria, patrimoniale ed economica tramite il calcolo di indici.

ROE= 750/6.800 X 100=          11%

ROI= 1.488/13.500 X 100=     11%

Leverage= 13.500/6.800=        2

Tasso incidenza = 750/1.488= 0,50

ROD= 228/5.950 X 100 =  3,83%

ROS= 1.488/22.422 x 100 = 6,64%

Rotazione Ci= 22.422/13.500 = 1,66

Dall’analisi di bilancio puntuale,  in quanto riferita al solo 2013, emerge che il valore del ROE è ottimo se confrontato con i rendimenti medi degli attuali investimenti alternativi di mercato.

Stesso valore assume anche il ROI (11%), ma per giudicarlo occorrerebbe confrontarlo con la media del settore di appartenenza dell’impresa.

Il valore del leverage pari a 2 mi dice che gli investimenti sono finanziati per metà da mezzi propri e per metà da mezzi di terzi: situazione sicuramente tranquilla.

Il tasso di incidenza è pari allo 0,50 perché il reddito netto è circa la metà di quello operativo e questo soprattutto per l’alta incidenza delle imposte, come si può vedere dal conto economico.

Dal ROD, pari al 3,83%, noto che il costo del  capitale di terzi è decisamente contenuto ed in linea con gli interessi sui finanziamenti a lungo termine.

Mettendo in relazione il ROS (6,64%) con la rotazione del capitale investito (1,66) posso vedere che il valore del ROI (11%) dipende soprattutto dal divario costi-prezzi e non tanto dalla quantità delle vendite.

Analizzando invece il coordinamento: ROE=ROI X Leverage X Tasso incidenza oneri gestione extra caratteristica, posso vedere che l’effetto  leva viene annullato dal tasso di incidenza, per cui ho un ROE esattamente uguale al ROI.

La convenienza a contrarre nuovi debiti per finanziare un’ampliamento dell’attività produttiva può esistere solo in presenza di una riduzione dell’incidenza degli oneri fiscali, mentre gli oneri finanziari non incidono più di tanto.



< PAG. PREC.   PAG. SUCC. >