BENVENUTO   |   Login   |   Registrati   |
Imposta Come Homepage   |   Ricerca Avanzata  CERCA  

Maturità 2014/ Seconda prova Agrotecnico: Economia Agraria, la soluzione di Adriano Villa

Pubblicazione:

Infophoto  Infophoto

SVOLGIMENTO

L’azienda denominata “La Tegola”, sita in Belpasso (CT), C/da “Feudo Grande”, è raggiungibile dalla SS n. 192 al Km. 27. Il fondo è iscritto al NCT del comune di Belpasso, foglio 102 particelle 23-68-45 ed ha una superficie totale di ha 12,00.

Il fondo presenta corpo unico ed ha forma regolare. La giacitura è pianeggiante, il terreno è di origine alluvionale con tessitura limo argillosa di buona fertilità.

L’indirizzo produttivo è cerealicolo-zootecnico con produzione interna del fabbisogno alimentare del bestiame allevato, ad eccezione dei mangimi concentrati. La stalla è composta da vacche da latte di 6,0 q di peso vivo medio, con una carriera produttiva di 8 anni e con una produzione annua di latte pari a 65 q/capo. Nell’azienda viene praticata la rimonta interna. L’azienda ha una SAU di ha 10,00 e i restanti ha 2,00 sono occupati da: una casa colonica, una stalla con annessa sala mungitura, un fienile, un silos e un magazzino ricovero scorte e macchine e attrezzi. Il valore complessivo dei fabbricati è di 60.000 euro. Il parco macchine è sufficiente al fabbisogno aziendale ed ha un valore complessivo pari a 34.400 euro (con un valore medio di 1000 €/ha per il settore foraggero e 1400 €/capo).

CALCOLO DEL CARICO DI STALLA

L’azienda ha una SAU di ha 10 con la seguente ripartizione colturale: colture foraggere: trifoglio ha 5 e orzo ha 5.

La produzione ad ettaro stimata è: orzo insilato 300 q.li/ha, trifoglio (fieno) 80 q.li/ha.

La conversione in fieno normale dell’orzo insilato è: 300 q.li/ha x 0,5 (coefficiente FN) = 150 q.li FN x ha 5 = 750 q.li FN.

La conversione in fieno normale di trifoglio è: 80 q.li/ha x 1,10 (coefficiente FN) = 88 q.li FN x ha 5 = 440 q.li FN.

Totale Fieno Normale prodotto in azienda è 750 q.li FN (orzo) + 440 q.li FN (trifoglio) = 1190 q.li di FN.

Il carico di stalla è dato: 1190 q.li FN/12 (fabbisogno annuo in FN per q.le/peso vivo) = 99 q.li di peso vivo mantenibile (PVM)

Il numero dei capi è dato da: PVM/peso medio capo adulto = 99 q.li / 6 q.li = 16 capi adulti.

La quota di rimonta esterna considerando una carriera produttiva di 8 anni è:

16 capi/8 anni carriera = 2 acquisti di manze / anno.

Numero vitelli nati: Considerata la percentuale di fecondità del 90%, il numero dei vitelli nati è: n. 16 vacche X 0,90 = 14 vitelli/anno.

VALORE ULS

Il valore del bestiame adulto è 1100 € /capo x 16 capi = € 17.660

Il valore delle 2 manze acquistate è 1500/capo = € 3000 .

Il valore dei vitelli nati è 250 €/capo x 14 capi = € 3500

Il valore delle vacche da scarto è 400 €/capo x 2 = € 800

ULS =(consistenza finale + vendite (vitellini e vacche da scarto e morti) – ( consistenza iniziale +nascite + acquisti)

ULS = (17.660 € + 3.500 € + 800 € ) – ( 17.660 + 0 + 3000 €) = 21.960 – 20.660 = € 1.300

VALORE DEL FONDO

Valore di mercato terreni: 15.000€/ha = 15.000 € x 12 ha = € 180.000

Valore fabbricati € 60.000

Valore totale fondo = 180.000 + 60.000 = € 240.000

CALCOLO DEL VALORE DEL PARCO MACCHINE

Il valore medio del parco macchine settore foraggero è 1000 € / ha x 12 ha = € 12000

Il valore medio del parco macchine settore zootecnico è 1400 € /vacca x 16 vacche = € 22.400

Totale valore parco macchine = € 34.400

CALCOLO DEL VALORE DEI PRODOTTI DI SCORTA

Considerato che il primo raccolto del foraggio avviene il 25 marzo e l’inizio dell’annata agraria è l’11 novembre si ha:

- foraggio = 1190 q.li FN x 13 € / q.le x gg (135/360)= € 5.800;

Considerato che un bovino produce in un anno una quantità di letame pari a circa 20 volte il proprio il proprio peso, considerando che l’ultima letamazione è stata effettuata il 20 luglio e l’inizio dell’annata agraria è l’11 novembre si ha:

- letame = PVM x 20 x (110/360) = 99 x 20 x 0,30 x 1,00 €/q = 594 €

Totale valore prodotti di scorta 5.800 + 594 = € 6.394

PRODUZIONE LORDA VENDIBILE (PLV)

Produzione Latte = 16 vacche x 65 q.li latte/vacca/anno x 45€/q.le = 46.800 €

ULS = € 1300

Totale PLV = 46.800 + 1300 = € 48.100

COSTO TOTALE DI PRODUZIONE (Kt)

Quote

Comprendono le quote di reintegrazione, manutenzione e assicurazione dei fabbricati, del parco

macchine, l’assicurazione del bestiame per il furto, e quella contro l’incendio per il prodotti di scorta.

Quota fabbricati = valore fabbricati x 1,5% = 60.000 x 1,5% = € 900 ;

Q parco macchine = valore parco macchine x 13% = 34.400 x 13% = € 4.472

Q bestiame = valore scorte vive x 3% = 17.660 x 3% = € 529

Q prodotti di scorta = valore prodotti di scorta x 3% = 6.394 x 3% = € 192

Totale quote = € 6093

Spese varie (Sv)

Comprendono i prodotti ed i servizi extraziendali (concimi, carburante, mangimi, compenso veterinario, fecondazione artificiale, energia elettrica, acqua, etc.)

PLV x 25% = 48.100 x 25% = € 12.025

Tributi (Tr)

Comprendo tutti i tributi a carico della proprietà, l’IRPEF e contributi vari)

PLV x 8% = 48.100 x 8% = € 3.848

Salario (Sa)

Il compenso per il lavoro manuale incide mediamente per il 25% sulla PLV

PLV x 25% = 48.100 x 25% = € 12.025

Stipendi (St)

Compenso per direzione, amministrazione e sorveglianza che, considerato l’indirizzo produttivo, ha

una incidenza pari al 6%

PLV x 6% = 48.100 x 6% = € 2886

Interessi (I)

Vanno calcolati solo sul capitale di scorta e non sul capitale di anticipazione in quanto l’azienda si

autofinanzia sin dal primo giorno con la vendita del latte.

I parco macchine = valore del parco macchine per il saggio: € 34400 x 5% = € 1.720

I scorte vive = valore bestiame per il saggio € 17.660 x 5% = € 883

I prodotti di scorta = valore per il saggio € 6.394 x 5% = € 320

Totale interessi = € 2.923

Beneficio fondiario (Bf)

Si calcola applicando al valore di mercato del fondo un saggio pari al 2%

Valore di mercato del fondo x 2% = 240.000 x 2% = € 4.800 

BILANCIO DEL TORNACONTO

+/- T = PLV – (Q + SV + Tr + Bf + Sa + St + I)

48.100 – ( 6093 + 12.025 + 3.848 + 4.800 +12.025 +2.886 + 2.923) = 48.100 – 44.600 = € 3.500

CALCOLO DEL REDDITO NETTO

Rn = Bf + St + I + T = 4.800 + 2886 + 2.923 + 3.500 = € 14.109

CONCLUSIONI

Il bilancio del tornaconto dell’azienda cerealicola–zootecnica, condotta dall’imprenditore

capitalista che si avvale di salariati esterni, è di € 3.500. Ne consegue che il reddito netto

spettante a tale figura di imprenditore è di € 14109.



© Riproduzione Riservata.

< PAG. PREC.