BENVENUTO   |   Login   |   Registrati   |
Imposta Come Homepage   |   Ricerca Avanzata  CERCA  

SCUOLA/ Esame di terza media, il "tutto" non serve a nulla

Pubblicazione:

Infophoto  Infophoto

Sulla loro valutazione dovrebbe concentrarsi l'esame finale e, per essere coerenti, sul loro raggiungimento il percorso didattico dell'intero triennio. Avendo anche il coraggio di riconoscere che le discipline, pur avendo tutte valore in quanto forme di conoscenza strutturate e verificate nel tempo, non hanno tutte lo stesso peso dal punto di vista pedagogico e didattico: nella scuola del primo ciclo la padronanza della propria lingua e la formazione del pensiero matematico sono sicuramente le competenze disciplinari fondamentali per introdursi nel mondo culturale, sviluppare la propria personalità, affrontare le altre discipline. A tali competenze si aggiunga, per ovvi motivi, la capacità di comunicare in lingua inglese. Le altre discipline contribuiscono a formare tale competenze secondo diversi punti di vista, arricchiscono il bagaglio culturale dello studente, gli permettono di verificare attitudini e interessi a fini orientativi, gli offrono ulteriori canali espressivi e  linguaggi con cui dire e dirsi.

Sarebbe dunque auspicabile un esame che verificasse il raggiungimento di tali traguardi di competenza con tre prove scritte relative a italiano, matematica, inglese, tenesse in dovuta considerazione il voto di ammissione e il colloquio pluridisciplinare con un sistema valutativo più simile a quello della maturità, in cui il voto finale è l'esito di una somma e non di una media. In questo modo si potrebbe dare maggior peso alla valutazione di quelle discipline che valorizzano l'intelligenza pratica e applicativa, l'operosità, la progettualità e l'espressione artistica, doti degli studenti normalmente indirizzati a studi superiori tecnici o professionali, attualmente molto penalizzati nell'esame finale. 

Assolutamente necessario infine separare le prove strutturate Invalsi dalle prove d'esame, così che possano ritornare ad essere utili nella valutazione del sistema scolastico (scopo per cui sono nate) e non del singolo studente.

< br/>
© Riproduzione Riservata.

< PAG. PREC.  


COMMENTI
26/06/2014 - Eliminare l’intrusione Invalsi in 3ª media (Vincenzo Pascuzzi)

“Assolutamente necessario infine separare le prove strutturate Invalsi dalle prove d'esame, così che possano ritornare ad essere utili nella valutazione del sistema scolastico (scopo per cui sono nate) e non del singolo studente". Giustissimo, ormai tutti o quasi concordano su questa richiesta. In via transitoria, già da quest’anno il ministro Giannini avrebbe potuto rendere facoltativi i quiz Invalsi e magari stimolarne la partecipazione con un piccolo premio nel voto finale (un quarto o mezzo punto).