BENVENUTO   |   Login   |   Registrati   |
Imposta Come Homepage   |   Ricerca Avanzata  CERCA  

SCUOLA/ Dario, 16 anni: il tempo libero serve a capire la vita

Pubblicazione:

Infophoto  Infophoto

Come ultimo argomento, presento quello forse più evidente, ma non per questo meno importante. Siamo tutti stressati dalla nostra quotidianità, e ci fa bene staccare un attimo e rilassarci, magari con un bel pranzo domenicale in famiglia, tutti assieme. È proprio su questo che mi voglio soffermare, poiché negli ultimi tempi ci sono stati sovente diverbi e problemi in famiglia, e devo dire che da quando stiamo di più assieme tutto va meglio. Dobbiamo prenderci del tempo, sederci e discutere. 

In conclusione, il tempo libero deve fare parte della nostra vita, altrimenti vivremo delle vite tutte uguali, il che sarebbe un bene per chi vuole delle marionette da comandare. Ma sarebbe molto triste, perché penseremmo solo a noi stessi e non a convivere serenamente con il prossimo.

Dario Bernasconi, 16 anni, Canton Ticino (CH)



© Riproduzione Riservata.

< PAG. PREC.  


COMMENTI
20/07/2014 - Il punto di vista è importante... (giancarlo loforti)

visto dal basso, un obbligo scarsamente interessante significa, se visto dall'alto, un cattivo insegnante... certo, ai cattivi insegnanti (e alle cattive famiglie...) può essere un rimedio il tempo libero… ma la scuola significa buoni insegnanti, altrimenti non è nulla di diverso dai sinocomunisti laogai (una volta si sarebbe detto lager)… la home school potrebbe essere un altro rimedio .. ma non alle cattive famiglie… Capisco, ripeto, ma mi sembra fallimentare - in assoluto, non in relativo - fare un discorso di obbligo legato all'interesse... se sono libero sono interessato… Ciascuno è interessato se è disponibile e se è stimolato. In un coro, ad esempio, seguire il maestro a tempo è un obbligo che permette a tutti di godere dell'arte del bel canto. Musica, cioè ordine... Buona adolescenza a tutti!