BENVENUTO   |   Login   |   Registrati   |
Imposta Come Homepage   |   Ricerca Avanzata  CERCA  

SCUOLA/ La "concertada", dalla Spagna un esempio di vera parità scolastica

Pubblicazione:

Infophoto  Infophoto

Ci può descrivere sinteticamente le caratteristiche fondamentali delle "concertadas" e da quante e quali famiglie sono scelte?

La tipologia di famiglie che scelgono scuole superiori "concertadas" è molto varia. In realtà, questa iniziativa sociale di scuole è stata portata avanti in primo luogo da ordini religiosi cattolici, però oggi a questa modalità può accedere qualsiasi iniziativa privata, come infatti avviene. Si è soliti riconoscere un certo livello educativo alla scuola "concertada" piuttosto che alla scuola pubblica. Anche molte famiglie non cattoliche preferiscono portare i propri figli in una scuola "concertada" per questo motivo.

 

In Italia è ancora molto acceso il dibattito sulla opportunità di sostenere con fondi pubblici la scuola paritaria, sebbene sia economicamente vantaggiosa per lo Stato e scelta – nonostante una retta non sempre leggera - da numerose famiglie. Esiste anche in Spagna, relativamente alla scuola "concertada", la stessa opposizione ideologica?

Il problema è lo stesso dappertutto: la lotta per la libertà. Riguarda sia la possibilità per i genitori di poter liberamente scegliere la scuola per i propri figli senza dover sostenere costi più elevati, sia la libera iniziativa della società nel creare scuole. Questa lotta incontra ancora una certa opposizione in Spagna, dato che la sinistra che non vuole parlarne. In questo momento, con un 30% di scuole "concertadas" attive nel Paese, non risulta semplice eliminarle come desidererebbe una gran parte della sinistra. La destra, da parte sua, prende solo una difesa timida della scuola "concertada", perché in definitiva è una scuola libera e questo al potere non interessa, pur restando tuttavia più tollerante. 

 

Il fatto che un'alta percentuale delle "concertadas" sono cattoliche, rappresenta un problema per l'opinione pubblica - che in Spagna è tradizionalmente cattolica ma che tuttavia si sta progressivamente allontanando dalla Chiesa - e in che misura tale identità incide sullo svolgimento dei programmi scolastici?

L'identificazione tra la scuola "concertada" e la scuola cattolica esiste in misura sempre minore. Esistono, infatti, molte iniziative che hanno origini differenti e sempre più scuole "concertadas" promosse da cooperative di professori indipendenti, non necessariamente cattolici, comprese le reti di scuole superiori con posizioni assolutamente laiche. Per quanto riguarda i programmi, mi sembra che il dibattito si sia sviluppato (si veda ad esempio il tema dell'Educazione alla Cittadinanza) molto più sulla lotta per la libertà che su un reale problema di contenuti delle materie. Va notato, tuttavia, che ci possono essere situazioni diverse tra le varie comunità autonome. Questo è infatti un altro problema che esiste in Spagna, dove possiamo affermare che esisteranno entro breve 17 sistemi educativi diversi!

 



< PAG. PREC.   PAG. SUCC. >