BENVENUTO   |   Login   |   Registrati   |
Imposta Come Homepage   |   Ricerca Avanzata  CERCA  

SCUOLA/ Per farla "buona", Renzi la rimanda a febbraio. E spende tutto

Pubblicazione:

Matteo Renzi (Infophoto)  Matteo Renzi (Infophoto)

Alla fine, è legittimo il dubbio che non ci siano le risorse per fare tutto quello del Governo dichiara di voler fare. Recuperare 10 milioni di euro nella legge di stabilità per finanziare le attività dell'Invalsi è stato più difficile di un lungo travaglio. Le risorse per l'alternanza scuola-lavoro per il 2015 sono state diminuite a soli 11 milioni di euro per il 2015. I fondi per il funzionamento degli istituti scolastici hanno perso ancora 30 milioni di euro, raggiungendo il minimo storico di meno di 100 milioni di euro.

Insomma, per finanziare l'assunzione dei precari, si è ridotta ulteriormente la dotazione finanziaria del ministero dell'Istruzione, dell'Università e della Ricerca. Aspettiamo la (s)volta buona.



© Riproduzione Riservata.

< PAG. PREC.  


COMMENTI
07/01/2015 - Il senso delle cose (enrico maranzana)

“La costituzione del necessario sistema di valutazione è stata già avviata ed avrebbe giusto bisogno di quelle risorse finanziarie fondamentali per il suo completamento” è una proposta che mette fuori campo la natura, la finalità, i procedimenti INVALSI, che non ricerca l’origine delle resistenze che il mondo della scuola ha espresso. Il controllo è un momento essenziale per il governo del sistema educativa ma la sua concretizzazione deve avvenire in conformità alla dottrina. Ma così non è stato. Rimando in rete a “Sanare l’anomalia genetica dell’Invalsi” e a “Invalsi un edificio dalle fondamenta traballanti” che sgrossano la questione.