BENVENUTO   |   Login   |   Registrati   |
Imposta Come Homepage   |   Ricerca Avanzata  CERCA  

SCUOLA/ Gita scolastica, destinazione buon senso. Ecco come

Pubblicazione:

Orologio di Praga (Infophoto)  Orologio di Praga (Infophoto)

Men che meno per qualche avvenimento alla moda. La transumanza verso l'Expo, che si è vista sopratutto alla ripresa autunnale, non solo ha congestionato oltre ogni limite delle strutture di accoglienza già traballanti, compromettendo una visita decente per i tanti turisti interessati. Ha anche riproposto lo schema dell'andare dove vanno tutti e semplicemente perché ci vanno tutti. 

Luoghi meravigliosi come Venezia, Praga, Amsterdam non possono essere buone mete per le gite scolastiche: perché ci sarà troppa gente che va lì senza sapere cosa ci va a fare (o sapendolo fin troppo bene, ma transeat). 

Proprio chi avrebbe ottimi motivi per sceglierle, se organizza le cose seriamente finirà per rinunciarvi. Ma anche prima dell'era del low cost gli organizzatori più attenti puntavano ai luoghi meno probabili, dove buona parte del gruppo difficilmente capiterà al di fuori della scuola. 

Poi, diversifichiamo il periodo di uscita: se si è incastonato il viaggio nella programmazione annuale, perché mettersi in fila nella ressa di inizio primavera, e non invece a novembre, in bassissima stagione? Che poi le mete estere siano di gran lunga da preferire a quelle italiane è così chiaro che non insisto sui motivi; e non solo per chi, come me, sta in una scuola che è a tre chilometri dai confini dell'Ue, molto più vicina a Strasburgo o a Berlino che a Roma o a Palermo.

Arrivato in fondo, mi accorgo che nemmeno stavolta ho detto una parola sulle tragedie di Domenico e di Elia. Va bene così. Un poeta come Ivan Graziani aveva già capito tutto, con la straziante delicatezza di "Kryptonite". 

Meglio pensare in positivo: ad ogni singola giovane persona che ricorderà, per tutta la vita o almeno per un bel po', quanto è stata bella quella gita che abbiamo saputo organizzare e vivere insieme.



© Riproduzione Riservata.

< PAG. PREC.