BENVENUTO   |   Login   |   Registrati   |
Imposta Come Homepage   |   Ricerca Avanzata  CERCA  

SCUOLA/ 62 contro 63, perché la laurea non "serve" più?

Pubblicazione:

Infophoto  Infophoto

La conseguenza di una situazione di questo tipo porta al blocco del cosiddetto "ascensore sociale". In poche parole, chi ha la fortuna di nascere in una famiglia con determinate, positive condizioni economiche, sociali e culturali può avere più opportunità di chi nasce in una famiglia dove le medesime condizioni si presentano ad un livello inferiore. 

Insomma, il cammino della scuola, con tutte e due le gambe (quella pubblica statale e quella pubblica non statale o paritaria), è lungo e difficile, ma non impossibile. 

Un cammino che non può compiersi senza lo stimolo e la condivisione degli stessi giovani studenti o aspiranti tali. A loro spetta infatti decidere del proprio futuro, indipendentemente dai dati che li riguardano e dal rumore che questi dati fanno nell'opinione pubblica. A loro è bene ricordare il monito che Steve Jobs rivolse agli studenti dell'Università di Stanford: "Abbiate il coraggio di seguire il vostro cuore e la vostra intuizione: loro vi guideranno in qualche modo nel conoscere cosa vorrete veramente diventare. Tutto il resto è secondario". 

< br/>
© Riproduzione Riservata.

< PAG. PREC.