BENVENUTO   |   Login   |   Registrati   |
Imposta Come Homepage   |   Ricerca Avanzata  CERCA  

SCUOLA/ Da Gelmini a Giannini, 4 ministri, 4 anni di proclami

Pubblicazione:

Moai dell'Isola di Paqua (Foto dal web)  Moai dell'Isola di Paqua (Foto dal web)

Ben altro contesto quello in cui fu destinato a muoversi il precedente ministro Francesco Profumo, che nell'Atto di indirizzo per il 2013, quando ormai era uscente dopo quindici mesi di regno trascorsi sotto l'incubo dello spread, progettò la riduzione di un anno della durata del corso di studi, onde adeguare l'Italia agli standard europei (e risparmiare in numero di cattedre e docenti, appunto). Un'idea non peregrina, ma poi lasciata cadere. E arriviamo così al ministero di Mariastella Gelmini (2008-2011) il cui ultimo Atto di indirizzo per il 2012 risentiva della categoria più in voga durante la sua complicata gestione: razionalizzazione. Ebbene sì, razionalizzare e contenere i costi per ottimizzare l'offerta formativa. E il mondo scolastico si rivoltò, ma poi è sopravvissuto apprendendo l'arte virtuosa dell'arrangiarsi. 

Sembra di parlare di un'era geologica remota, tanto le nuove sponde cui si è approdati appaiono rassicuranti. O forse no, perché in fondo Babbo Natale e la Befana non esistono e quello che resta siamo noi. La scuola è anzitutto un problema di soggetto che vive. Purché ci lascino vivere. 



© Riproduzione Riservata.

< PAG. PREC.