BENVENUTO   |   Login   |   Registrati   |
Imposta Come Homepage   |   Ricerca Avanzata  CERCA  

DDL SCUOLA/ Precari e paritarie, Toccafondi (sottosegretario) risponde alle critiche

Pubblicazione: - Ultimo aggiornamento:

Infophoto  Infophoto

L'albo ci aiutava ad avere un controllo più diretto delle aziende, pensi che ci accusavano perfino di dare manodopera gratis alle imprese… però era anche un aggravio di percorso burocratico. Così abbiamo deciso di toglierlo e di potenziare il personale docente dedicato. 

Adesso il ddl è atteso in Parlamento. Chi sono i nemici della riforma?
Molto più di quanti potrebbe sembrare a prima vista, me ne sono accorto sfogliando i giornali di oggi. La realtà è che a molti, moltissimi fa assai più comodo lo status quo: politici in Parlamento, studenti, docenti, sindacati, burocrazia. Ma io sono convinto che la stragrande maggioranza del paese sia per la riforma. Il Parlamento è sovrano, ma noi abbiamo le ragioni per spiegare e difendere quello che c'è nel ddl. 

(Federico Ferraù) 



© Riproduzione Riservata.

< PAG. PREC.  


COMMENTI
21/03/2015 - Decreto Scuola (Maurizio Cantelli)

Buon giorno. Leggo di questa intervista fatta al Sottosegretario Gabriele Toccafondi, laureato in Scienze Politiche e che non ha mai messo piede nella Scuola Statale e Renzi ha ben pensato di nominarlo "Ministro". Queste mie parole potrebbero sembrare ostili in un primo momento, ma non lo sono. Il sottosegretario nell'intervista in questione afferma che nel disegno di legge che dovrebbe essere approvato in parlamento, i precari rientrano tutti e cioè quelli delle GAE, quelli delle GM e tutti gli abilitati di seconda fascia compreso gli ultimi TFA ancora in corso. Quindi dovrebbero essere tutti contanti, ma non è così, perchè sia il Ministro Giannini, sia Renzi, sia l'On. Elena Centemero, affermano che rientreranno nel piano di assunzioni solo gli iscritti nelle GAE e sono esclusi tutti gli abilitati, perchè le graduatorie d'Istituto verranno cancellate. Quindi morale della favola Il sottosegretario al MIUR, Gabriele Toccafondi non sa quello che dice, anzi non si è degnato nemmeno di leggere il contenuto della riforma, dimostrando il suo grande impegno profuso nel suo "Lavoro". Speriamo vivamente in un celere riscontro o smentita dal SOTTOSEGRETARIO!

 
14/03/2015 - Il contentino (nicola mastronardi)

Solo elemosina il sottosegretario a vita Toccafondi fa passare per vittoria un piccolo contentino che Renzi ha concesso ai CESPUGLI, quelli che avevano fatto un loro manifesto elettorale la parità scolastica. Secondo me il sottosegretario a vita, non sa i salti mortali che le scuole paritarie fanno per poter resistere al sistema scolastico statalista italiano che paradossalmente fanno risparmiare e non conosce né i problemi né i sacrifici che le famiglie fanno per poter mandare i figli nelle scuole paritarie quindi pubbliche. Perchè caro sottosegretario a vita la parità giuridica senza la parità economica è un inganno.

 
14/03/2015 - Una domanda si pone (Marco Lepore)

Grazie davvero al sottosegretario Toccafondi per il grande lavoro svolto e per i risultati conseguiti. La perplessità è unicamente sull'entità delle detrazioni, pari a 76 euro all'anno, che famiglie e gestori di scuole paritarie hanno definito "una beffa". Se l'affermazione del principio è un risultato storico, bisogna però riconoscere che con 76 euro all'anno non si va da nessuna parte, e la libertà di scelta educativa non ne esce certamente rafforzata. Può sembrare una visione eccessivamente pragmatica, ma le scuole paritarie stanno chiudendo e le famiglie stanno facendo sacrifici enormi (quelle che ci riescono....) per pagare le rette. Consideriamolo un passo iniziale: quali saranno i prossimi passi? Si riuscirà in sede di dibattito parlamentare a innalzare il tetto per le detrazioni?

 
14/03/2015 - buonascuola? (Diego Perna)

Era stato promesso ed era anche nei ddl precedente, l'assunzione di tutti gli idonei del concorso 2012, che tra l'altro hanno superato prove di informatica e inglese, sono giovani e motivati, solo che hanno dimenticato che Renzi è famoso per i suoi tradimenti. Stai sereno....