BENVENUTO   |   Login   |   Registrati   |
Imposta Come Homepage   |   Ricerca Avanzata  CERCA  

BUONA SCUOLA/ Niente decreto o legge delega: a rischio l'assunzione dei precari

Pubblicazione:

Immagine di archivio  Immagine di archivio

Il ministro dell'istruzione Giannini si dichiara all'oscuro di tutto e "basita": l'annunciato decreto legge cosiddetto Buona Scuola che tra le altre cose prevedeva l'assunzione il prossimo mese di settembre di circa 150mila precari, non si fa più. Solo un disegno di legge parlamentare che avrà i tempi che nessuno sa. Si è saputo ieri in serata  da parte di Matteo Renzi, ma gran parte del suo partito ministro incluso ne era all'oscuro. Rischia di saltare tutto, dicono, soprattutto le assunzioni previste a settembre: "Qui saltano le assunzioni il primo settembre: per stabilizzare i docenti, metterli a ruolo, costruire l'organico funzionale di ogni istituto, ci vogliono mesi. Non riusciremmo a farcela neppure se il Parlamento approvasse tutto entro l'estate". Forse, dice qualcuno, ha giocato la proposta di sgravi fiscali a chi frequenta le scuole primarie, qualcosa che non tutti nel Pd desiderano e Renzi ha avuto paura o forse mancavano i soldi previsti per le assunzioni dei precari. 



© Riproduzione Riservata.