BENVENUTO   |   Login   |   Registrati   |

BENEDIZIONE DI PASQUA/ Bologna, insegnanti fanno ricorso al Tar contro la proposta di maggioranza

Alcuni docenti e genitori di un comprensorio scolastico di Bologna hanno fatto ricorso al Tar contro la proposta passata in maggioranza di benedire le scuole per la Pasqua

Immagine di archivio Immagine di archivio

Sono in decisa minoranza, undici docenti su circa un centinaio, ma non si rassegnano alla decisione del consiglio di istituto del comprensorio bolognese a cui fanno riferimento tre scuole (Carducci e Fortuzzi, primarie, e Rolandino, secondaria di primo grado). Consiglio di istituto che con tredici voti contro quindici aveva dato il beneplacito alla proposta di portare in vista della Pasqua una benedizione nelle classi dei tre istituti, idea di tre sacerdoti con il supporto del fratello di Romano Prodi, Giovanni, che ha i figli proprio in quel comprensorio. I due insegnanti sconfitti hanno chiesto modifiche: benedizione fuori dell'orario scolastico, adesione libera e non obbligatoria di studenti e insegnanti e ragazzi accompagnati dai genitori. Neanche questa idea è però stata accettata da un gruppo di circa undici insegnanti  e di sette genitori (sui mille delle scuole) che adesso hanno fatto ricorso al Tar chiedendo che l'iniziativa venga del tutto proibita. 

© Riproduzione Riservata.