BENVENUTO   |   Login   |   Registrati   |
Imposta Come Homepage   |   Ricerca Avanzata  CERCA  

SCUOLA/ Costi standard e IeFP, ecco l'anomalia che "impoverisce" le Regioni

Pubblicazione:

Infophoto  Infophoto

Intanto, la diversità di criteri nel modo di finanziamento dei percorsi della IeFP delle istituzioni formative, espressa da ogni regione nella scelta degli indicatori guida. Al Sud, questi sono riferiti esclusivamente al complessivo costo annuale per percorso, mentre al Centro-Nord si articolano in indicatori più specifici come il costo annuale per allievo, il costo orario per allievo e il parametro ora/corso. In secondo luogo, risulta una differenza di costi dello stesso "prodotto" (le qualifiche) realizzato nelle istituzioni formative e in quelle scolastiche. Si tratta di un gap che cresce del 2% nei due anni considerati dalla ricerca e che ottiene un risparmio per la collettività del 34%. In questo computo si considerano, per la scuola, i costi esposti nelle indicazioni ministeriali relative al DM 26 giugno 2014 con l'aggiunta dei costi che vengono sostenuti da alcune regioni per quelle "azioni di accompagnamento" che contribuiscono, di fatto, alla costruzione dei percorsi.

Quali azioni dovrebbero essere intraprese prima per sviluppare il settore?
Innanzitutto l'avvio del percorso di graduale convergenza verso i costi standard e l'elaborazione di metodologie di monitoraggio e valutazione dell'efficienza e dell'appropriatezza dei servizi offerti. In secondo luogo, l'individuazione delle modalità di accertamento del rispetto dei livelli essenziali, che pure sono previste come requisiti per l'accreditamento. In tal modo, si darebbero allo Stato strumenti di verifica dei criteri di erogazione dei percorsi della IeFP che le Regioni sono tenute a rispettare.



© Riproduzione Riservata.

< PAG. PREC.