BENVENUTO   |   Login   |   Registrati   |
Imposta Come Homepage   |   Ricerca Avanzata  CERCA  

PROVE INVALSI 2015/ Test della II e V primaria: ecco come "farli" (e usarli)

Pubblicazione: - Ultimo aggiornamento:

Infophoto  Infophoto

Di particolare rilevanza nell'insieme dei documenti i Quadri di riferimento, che si possono recuperare dalla pagina https://invalsi-areaprove.cineca.it/, in cui sono specificati valenza e limiti delle prove: come ogni strumento infatti esse possono essere utili se utilizzate in maniera appropriata. A tal proposito è opportuno ricordare, leggendo dal Quadro di riferimento della prova di matematica del primo ciclo, che "le prove Invalsi sono progettate per la valutazione del sistema, ma possono costituire un elemento molto efficace se inserite nel processo di autovalutazione degli insegnanti. La comparazione dei risultati delle proprie classi o della propria istituzione scolastica con gli esiti complessivi delle prove, interpretati alla luce della conoscenza del contesto specifico in cui la propria scuola opera, può servire per individuare i punti di forza e di debolezza del percorso effettivamente realizzato in classe e delle scelte didattiche effettuate". 

È solo il docente che ha insegnato in una specifica classe, della quale conosce composizione, evoluzione, fatiche, successi, situazioni individuali e contesto, che ha tutti gli elementi per interpretare gli esiti, utilizzarli per riflettere sul proprio operato e, in collaborazione con gli altri docenti della scuola o utilizzando altre risorse, riconsiderare la propria azione didattica. È in quest'ottica che affrontare le prove Invalsi non diventa una indebita intromissione nella vita della scuola, quanto piuttosto una opportunità di ripensare il proprio modo di farla.



© Riproduzione Riservata.

< PAG. PREC.