BENVENUTO   |   Login   |   Registrati   |
Imposta Come Homepage   |   Ricerca Avanzata  CERCA  

SCUOLA/ #lavoltabuona e la cattiva "tentazione" di Renzi

Pubblicazione:

Infophoto  Infophoto

Lo sciopero del 5 maggio, come molti commentatori hanno sottolineato, ha ripresentato una situazione nota e vista tutte le volte che un Governo ha tentato di mettere mano alla scuola con spirito innovatore, con slogan vecchi ed un rigurgito di ideologia mischiati a sollecitazioni costruttive che pone Renzi ad un bivio: "tirare comunque dritto", o aprire un dialogo verso le proposte più costruttive,  come ha in fondo affermato lui stesso nel giorno dello sciopero.

Mi permetto, allora, un consiglio: anche durante la discussione in Parlamento non cada nella trappola del rito degli emendamenti. Sono tantissimi e, sicuramente, molti presentati con l'intento di creare quella citata confusione che porta a chiedersi: "dove andremo a finire". Non ceda alla tentazione di farli bocciare tutti per rispettare i tempi previsti, ma sappia e cominci a discernere, perché diversi sono una ricchezza (non li cito perché in politica le citazioni spesso sono sinonimo di "bruciature"), sono connotati da quello spirito di innovazione e di rivoluzione da lui annunciata, e puntano ad una governance più forte, ad una graduale piena autonomia delle istituzioni scolastiche, a considerare veramente unico il sistema nazionale …ed altro, tutti con spirito costruttivo.

Caro presidente, fa che "la finestra non si richiuda" senza averci dato la scuola che aspettiamo da tanti, troppi anni, non disilluderci e non lasciarci con la bocca amara, dai al Paese "la scuola del futuro". Il Paese e i nostri ragazzi ne hanno bisogno e se lo meritano.

< br/>
© Riproduzione Riservata.

< PAG. PREC.