BENVENUTO   |   Login   |   Registrati   |
Imposta Come Homepage   |   Ricerca Avanzata  CERCA  

MATURITÀ 2015 / Il prof: tracce e tema prima prova? Potrebbero uscire conflitto mondiale e nuova guerra fredda

Pubblicazione:

Foto: InfoPhoto  Foto: InfoPhoto

Una cosa su tutte: l'esame ad oggi è il risultato di una somma di punteggi, perseguendo una presunta oggettività, il tutto diventa di fatto una valutazione solo come somma che non dice effettivamente dove sarebbero i meriti e le capacità dello studente. Sarebbe invece molto più interessante un esame che valutasse le competenze dei diversi settori e che potesse esprimere davvero delle competenze nei vari settori come valutazione finale, non una somma di punteggi. Se no, come su altre formalità, rischiamo di rimanere ancorati ad una tradizione "vuota".

In che senso?

L'esame così strutturato, se non vi è un intelligenza della scuola ben strutturata, rischia di non servire a molto nella carriera post-maturità dello studente, proprio perché è solo una somma di punteggi. Pensate che l'anno scorso si poteva fare il test di medicina durante il quinto anno, questo la dice lunga sull'utilità del voto di maturità, così espresso. Un altro rituale che si commenta da solo: la cera lacca. Ad oggi, ancora, al termine di tutti gli esami sostenuti, si raccolgono verbali e prove e si infilano in un pacco, sigillando il tutto con la cera lacca per poterlo poi mandarlo al provedditorato.... Pensiamo poi un attimo ai costi totali di un esame di stato così strutturato: ogni commissione è composta da 7 professori, ciascuno per esaminare una media di due classi prende circa 700€ netti, fate un po' voi i calcoli complessivi nazionali. Penso che davvero molte cose andrebbero cambiate radicalmente nella maturità.

Professore, eventuali toto-tracce invece che potrebbero uscire quest'anno?

Guardando alla mia area di competenza, filosofia e storia, il 17 giugno potrebbero uscire tematiche legate all'Italia nella prima guerra mondiale (100anni dall'entrata in guerra dell'Italia), oppure qualcosa riguardo al genocidio degli armeni, altra ricorrenza centenaria, anche se qui è meno probabile per le complicazioni politiche presenti ancora oggi. Qualcosa invece che potrebbe spiazzare ma che manca da tanto come argomento è la guerra fredda, sarebbe davvero interessante.

 

(Niccolò Magnani)



© Riproduzione Riservata.

< PAG. PREC.