BENVENUTO   |   Login   |   Registrati   |
Imposta Come Homepage   |   Ricerca Avanzata  CERCA  

ESAME TERZA MEDIA 2015/ La prof: la prova Invalsi è buona. Il rischio di essere bocciati? Una possibilità...

Pubblicazione:

Infophoto  Infophoto

ESAME TERZA MEDIA 2015: IL TEST (INVALSI E NON SOLO) IMPORTANTE PER DOCENTI E STUDENTI - L'esame di terza media 2015 è nel pieno dei suo svolgimento ed è sempre piuù vicino il momento della prova Invalsi. Sono più di 570mila gli studenti che si apprestano ad essere valutati per davvero nella loro carriera scolastica. Dopo tre anni di fatiche e lavori, l'esame proverà a testare le effettive competenze acquisite, oltre alla capacità personali di fronte ad un primo vero test "sotto stress". Lo schema è strutturato come negli ultimi anni dopo la riforma: una prova scritta di italiano, al via questo lunedì 15 giugno (ma con ampia autonomia da parte delle scuole), una di matematica e una terza di lingua straniera, seguito il tutto dalla ormai celebre e discussa prova Invalsi. Ne bbiamo parlato con Giulia Sponza, docente di lettere nella scuola media.

 

Professoressa Sponza, qual è il senso oggi dell'esame di terza media? Quale l'importanza di questo primo grande appuntamento nella vita di un ragazzo?

Condivido appieno l'importanza, anche se ormai purtroppo i colleghi nella loro generalità non la pensano più così. Come spesso accade e non solo nella scuola, gli adulti sono i grandi assenti, e la mancanza della figura adulta compromette molto l'approccio a questa prova: per i ragazzi infatti l'efficacia dell'evento dipende molto da come vengono introdotti, da come l'adulto fa passare il valore. È una verifica, una possibilità di misurarsi con se stessi, di fare i conti non tanto con un esito delle proprie capacità, ma con la propria umanità prima di tutto. Insomma questo esame non deve essere qualcosa di "preconfezionato" in cui tutto è imballato e già deciso, ma deve essere vissuto come la possibilità di essere "interpellati" per la prima volta, sollecitati a dire la loro. Ritengo sia un momento molto positivo.

 

Come giudica la tanto criticata prova Invalsi nell'ambito dell'esame di terza media?

L'ho sempre vissuta come una bella possibilità, mi sono sempre schierata a favore della prova Invalsi. Certo è che, anche qui, se penso alla mia classe, i ragazzi saranno penalizzati: bisognerebbe riuscire a fare davvero, e non solo a dirlo, un vero curriculum verticale di grammatica, altrimenti i miei studenti andranno sicuramente male nella parte dedicata a morfologia e sintassi, perché non siamo riusciti a prepararla in tempo adeguatamente. Altra questione ha a che vedere con il sistema delle competenze: con l'ultima circolare ministeriale che affronta la questione competenze mettendole a regime, anche l'Invalsi dovrebbe andare in questa direzione. Detto questo, il problema restano gli adulti, gli insegnanti.

 

In che senso?



  PAG. SUCC. >