BENVENUTO   |   Login   |   Registrati   |
Imposta Come Homepage   |   Ricerca Avanzata  CERCA  

MATURITA' 2015/ Colloquio orale, come superarlo? Imitate Peppone

Pubblicazione: - Ultimo aggiornamento:

Don Camillo e Peppone nella versione cinematografica (Immagine dal web)  Don Camillo e Peppone nella versione cinematografica (Immagine dal web)

MATURITA' 2015, ESAMI DI STATO COLLOQUIO ORALE - Caro candidato che ti prepari al colloquio di maturità, dopo i consigli  ricevuti dalla mamma, dallo zio, dagli amici, dai professori e dal vicino di casa,  se hai ancora un po' di spazio mentale, ecco i suggerimenti senza pretese di un vecchio preside che fa esami quasi ininterrottamente dal 1985.

1. Stasera cerca su You Tube lo spezzone del film con l'esame di quinta elementare del sindaco Peppone, guardalo con attenzione e chiediti che cosa gli consente di superare la prova con un bel 10 in tutte le materie. Scoprirai forse che il suo "trucco" è quello di essere se stesso, di parlar di sé, di raccontare in modo personale le cose più importanti che gli sono capitate (nel suo caso le vicende della Resistenza e il suo incontro con don Camillo). Prova quindi a pensare al tuo esame non come allo spazio in cui recitare, più o meno bene, un copione uguale a quello di centomila altri, ma come una possibilità (senza strafare, mi raccomando, perché non sei Peppone) di poterti esprimere per ciò che sei, per dire ciò che ami e ti interessa.

2. Per rafforzare il concetto trovati un'attività particolarmente noiosa (ognuno ha le proprie: copiare elenchi di parole, riordinare in casa, guardare un programma Tv che non ti piace) e prova a farla per un po' di tempo, osservando attentamente le tue reazioni. Se ti viene da sbuffare, ti vien voglia di dormire o saltare dalla finestra, pensa che una delle attività più noiose al mondo è fare il commissario che ascolta le cosiddette "tesine" alla maturità. Chiediti allora se tra gli argomenti con cui hai scelto di partire c'è uno che ti "intriga" particolarmente, che è il "tuo" argomento, quello che ti ha affascinato e un po' ti esprime. Se c'è, dai spazio a quello e non avere paura di ridurre o  tagliare tutte le cose che hai aggiunto solo per compiacere i professori della varie discipline che volevano un loro posto al sole. Ricorda che non c'è scritto da nessuna parte che all'inizio del colloquio si debba parlare di sette/otto materie diverse, ma solo che il candidato sceglie "un argomento" da cui partire. Se quell'argomento veramente ti coinvolge, aumentano le possibilità che, almeno per simpatia umana, possa risultare interessante anche per chi ti ascolta.

3. Quello che invece è scritto chiaramente è che la parte di "tesina" (in realtà "argomento di avvio") deve avere uno spazio minoritario rispetto alla conduzione diretta dei commissari. Prima del colloquio fai quindi oneste prove di tempo e non tentare di sfondare il muro dei 10 minuti che ti sono concessi, provando ad allungare il brodo, magari nella speranza di togliere spazio alle domande difficili. Le domande difficili comunque arriveranno e spero tu ne sappia affrontare la maggior parte.



  PAG. SUCC. >