BENVENUTO   |   Login   |   Registrati   |

SCUOLA/ La "via francese" all'uguaglianza? Eliminare il merito per legge

Manuel Valls con Jean-Claude Juncker (Infophoto) Manuel Valls con Jean-Claude Juncker (Infophoto)

Tutta questa serie di cambiamenti inquietano perché oltre a non rispondere ai veri problemi ne creano ulteriori. Un aspetto tra tutti ci sembra problematico. Nella riforma s'insiste perché l'insegnamento nozionistico sia fatto tramite materie interdisciplinari. La proposta è interessante da un punto di vista didattico? Ma allora, perché c' è bisogno di farne una legge? Che cosa può giustificare l'obbligo legale d'insegnare in un certo modo? Se tutto l'apprendimento è basato sulla libertà di chi insegna e di chi impara, che senso ha costringere con una legge questa libertà?

© Riproduzione Riservata.