BENVENUTO   |   Login   |   Registrati   |

SCUOLA/ Arriva il comitato di valutazione, ma il "merito" ha sbagliato strada

Il sottosegretario all'Istruzione Davide Faraone (Infophoto) Il sottosegretario all'Istruzione Davide Faraone (Infophoto)

Ciò che un insegnante vorrebbe è che il suo impegno venga valorizzato, che le sue attività ottengano le risorse necessarie per compiersi, qui sta la questione seria del merito; che l'istituzione sostenga ciò che incide dal punto di vista educativo.

Il comitato di valutazione così com'è nella legge 107 procede come un tribunale che analizza le cause e si pronuncia, mentre in campo educativo bisogna seguire ciò che accade, valorizzare ciò che è nuovo e che promette un surplus di conoscenza. 

© Riproduzione Riservata.