BENVENUTO   |   Login   |   Registrati   |
Imposta Come Homepage   |   Ricerca Avanzata  CERCA  

SCUOLA/ Delitto Marta Russo, e se fossero gli studenti a "salvare" Scattone?

Pubblicazione:

Giovanni Scattone (Infophoto)  Giovanni Scattone (Infophoto)

Dicesi psicologia la scienza che studia i processi psichici e mentali, nelle loro componenti consce e inconsce. Non si vuole riaprire un processo, è solo la definizione enciclopedica della materia che andrà a insegnare. Vuol dire empatia con gli studenti, capacità di ascolto, di comprensione, di gestione dell'emotività, dell'istinto. Coscienza delle ferite che hanno addosso le persone, e che possono riaprirsi, bruciando di più. 

Sarà in grado Scattone di svolgere questo compito così delicato? Chi si è fatto cinque anni di carcere, o è impazzito, o è diventato più umano e capace di ascoltare il dolore e il non detto altrui. Poi, possiamo ragionare sull'opportunità di assegnargli una cattedra di una disciplina tanto particolare, quando anche storia e geografia sarebbero state più adeguate, essendo materie di sua competenza. Sull'opportunità di collocarlo proprio in un istituto professionale (fa meno rumore di un liceo, sono scuole di serie B, avranno pensato?), che ha già tanti guai di suo e dovrebbe essere un settore, per così dire, protetto, guardato con maggior attenzione. E proprio a Roma, quando ci sono docenti che bestemmiano perché dopo anni di precariato sono stati spediti a centinaia di chilometri dalla loro residenza abituale. 

La burocrazia, signori, la dabbenaggine, che diventa insultante e buona solo a suscitare polemiche. E al solito, la rassegnazione, di chi ragiona e ha ancora testa e cuore: così è andata, bisogna adattarsi. E sperare che Scattone lavori bene, lavori sodo, trovi in quei ragazzi un'occasione per comprendere se stesso, se ha davvero sbagliato, o per accettare la sua sorte, se ancora ritiene di essere incolpevole. Dare loro la possibilità di fidarsi, imparando a studiare, nonostante le incomprensioni e i pregiudizi, che saranno feroci, e difficili da superare. Ma a ogni uomo è data ben più di una possibilità, per ricominciare, e mostrare al mondo la sua faccia migliore.

< br/>
© Riproduzione Riservata.

< PAG. PREC.  


COMMENTI
09/09/2015 - Scattone e gli studenti (Maria Elena Petrazzini)

Riguardo i dubbi sul fatto che Scattone (dopo aver scontato la pena per il delitto commesso) torni a insegnare a studenti, quindi ragazzi grandi, mi faccio meno problemi proprio perché sono ragazzi grandi. Mi pongo più problemi sul rischio di affidare un neonato ai genitori (i due dell'aggressione dell'acido), che non solo non hanno ancora scontato la pena, ma che si troverebbero a interagire con un piccolino incapace di difendersi.