BENVENUTO   |   Login   |   Registrati   |
Imposta Come Homepage   |   Ricerca Avanzata  CERCA  

SCUOLA/ Eduscopio e quello che le classifiche non dicono

Pubblicazione:

LaPresse  LaPresse

Complessità, in poche parole, che sembrano lontane anni luce da certe percentuali. E chi dice, ad esempio, della sofferenza di questi ragazzi in rapporto alle loro domande di futuro possibile?

Allora, andiamo cauti, prendiamo in considerazione le indagini che vogliamo, ma relativizziamo. Facendo intendere che, al cuore di ogni percorso e di scelta, sta una persona, con le sue motivazioni, intenzioni, valori, sensibilità. Le quali si devono, cioè non possono non, misurare con spicchi di realtà che sembrano e poi, magari, non sono.

Come valutare le "scuole buone", una volta detto questo? 

Come per tutte le valutazioni, contano le analisi di esterni, ma che abbiano almeno il sentore della complessità dei percorsi educativi, prima che culturali e scolastici. Per quel valore aggiunto che nessuna statistica potrà mai portare completamente alla superficie.



© Riproduzione Riservata.

< PAG. PREC.  


COMMENTI
18/11/2016 - Da non credere... (Franco Labella)

Ho letto e riletto l'articolo del preside Zen con un crescendo di stupore ed incredulità. Non c'è più religione, pure il preside Zen è diventato un pericoloso sovversivo... Hai visto mai che sia un effetto collaterale della Brutta scuola di Renzi e Giannini? O magari del prossimo referendum? Scherzo ma non troppo...