BENVENUTO   |   Login   |   Registrati   |
Imposta Come Homepage   |   Ricerca Avanzata  CERCA  

SCUOLA/ Vi ricordate gli stupidari? Ora quei bambini sono arrivati fino a noi…

Pubblicazione:

Infophoto  Infophoto

Ma a voler essere malevoli, almeno, dal punto di vista della correttezza della nostra (povera) lingua, potremmo dire che il pesce puzza dalla testa: tutti noi forse ricordiamo il videomessaggio di Renzi, che con i gessetti in mano, scriveva sulla lavagna i punti essenziali della riforma della scuola. Ecco, Renzi partiva dall'alternanza scuola-lavoro per proseguire con la "cultura umanista". Uno strafalcione: il sostantivo al posto dell'aggettivo!, è stata la critica sardonica scatenatasi sul web verso il premier; il quale scherzava, il 3 marzo 2015, sulla parola "curriculum", segnando un errore in rosso. Infatti, durante una gremitissima conferenza stampa, in una delle slide che mostravano la riforma della scuola, tutti i giornalisti lessero: "i curriculum" invece di "i curricula". Renzi ha avuto il buon gusto di scusarsi immantinente, mentre la Giannini interveniva con una battuta: "Siamo scivolati sul neutro plurale, troverò il colpevole…". 

E chi sarà il colpevole, si staranno chiedendo tutte le persone di buona volontà? Ovvio: i docenti! Questa sarebbe la risposta qualunquista: se tutti parlano più o meno la lingua italiana o conoscono maluccio quella latina, è perché ci vuole una scuola buona, anzi la Buona Scuola. Ricordiamo con epica nostalgia i vecchi stupidari che raccoglievano le castronerie e gli errori degli studenti, apparsi con grande successo editoriale negli anni Ottanta e Novanta. Quegli studenti sono cresciuti… e sentiamo e vediamo gli effetti.

Per ritornare alle lingue moderne, direi: testiamo pure il livello di competenza e conoscenza linguistica dei futuri docenti, che a loro volta furono studenti in quegli anni. In un paese che non brilla certo sempre per giustizia, sarebbe equo dare un peso valutativo minoritario alle due domande in lingue rispetto alle altre contenutistiche-pedagogiche-metodologiche. Naturalmente, non per i docenti di lingue straniere… 



© Riproduzione Riservata.

< PAG. PREC.