BENVENUTO   |   Login   |   Registrati   |
Imposta Come Homepage   |   Ricerca Avanzata  CERCA  

UNIVERSITA'/ La balla dei "cervelli in fuga" e il (vero) problema italiano

Pubblicazione:

Infophoto  Infophoto

In conclusione, la leggenda metropolitana che vuole quasi tutti i docenti universitari italiani vincitori di concorso grazie alle raccomandazioni cade di fronte all'obiettiva bravura e preparazione che la stragrande maggioranza di loro dimostra nel proprio settore, ricevendo encomi e riconoscimenti internazionali ovunque nel mondo. Non dimentichiamo che sono questi stessi professori che preparano i giovani italiani che poi eccellono all'estero.



© Riproduzione Riservata.

< PAG. PREC.  


COMMENTI
20/02/2016 - A conferma della mia tesi (Franco Labella)

Che le tesi di questo articolo siano un unicum lo conferma non solo il commento precedente ma anche un articolo sul tema che il caso vuole appaia proprio oggi su Repubblica ed è di Salvatore Settis. Insomma alla tesi della balla non crede nessun altro tranne l'autrice.

 
20/02/2016 - epperò (z314 george)

in italietta si spende in ricerca metà di quello che si spende nelle nazioni nostre competitor, eppoi l'aritmetica non è un'opinione, la mobilità negli altri paesi è sia in entrata che in uscita, in italietta è solo in uscita, per questo si parla di "fuga" nel senso che molti vanno e praticamente nessuno viene... e questo che ci distingue in negativo dagli altri e che certifica aldilà di qualsiasi ragionevole dubbio che siamo in declino irreversibile... per cambiare rotta bisognerebbe riconoscere di avere problemi e smetterla di dire che non ne abbiamo. "Italia is back!"... perché era uscita?

 
20/02/2016 - Tesi singolari (Franco Labella)

Leggere l'articolo è stata una sorpresa tanto che sono subito corso a leggere le note biiografiche dell'autrice. Ero curioso di sapere in quale ufficio stampa lavorasse o avesse lavorato Patrizia Ciava. Non lavoro all'Università ma ho una certa familiarità, per amicizie e altro, con questo mondo. Finora non mi è mai capitato di leggere o sentire una analisi con punti di contatto anche minimi con le tesi espresse nell'articolo. Magari arriveranno altre voci a supportare la tesi della balla. Al momento segnalo questo contributo come un unicum. Lieto di essere smentito.