BENVENUTO   |   Login   |   Registrati   |
Imposta Come Homepage   |   Ricerca Avanzata  CERCA  

SCUOLA/ Maturità 2016, se la tesina è un mostro è colpa dei docenti

Pubblicazione:

Infophoto  Infophoto

Chi è che ha creato questa orrenda situazione? Ovviamente noi docenti. Che siamo i primi a vivere come una reale scocciatura questa storia del percorso dello studente. Che volentieri ce ne freghiamo altamente perché "tanto non conta niente" (e, spiace dirlo, ma è proprio così). Ma, soprattutto, che poniamo vincoli, limiti asfissianti. Siamo noi a creare dei mostri. Perché "Devi mettere le materie d'indirizzo" (anche se magari stai finendo il classico e già ti vedi alla facoltà di ingegneria energetica); "Mi raccomando: mettici la materia del commissario esterno, che così è contento" (come se poi il commissario si accontentasse di quelle quattro nozioni spiattellate lì di corsa); "Gli argomenti devono essere quelli trattati nel programma, non altri" (e pazienza se con la letteratura italiana sei arrivato a D'Annunzio).

Siamo noi che imponiamo lacci e lacciuoli che deprimono, che bloccano, che costringono a lavorare solo in funzione dei "Kommissari" (parola che andrebbe abolita, se non altro perché evoca tristi memorie).

Faccio un esempio, per spiegarmi meglio. L'anno scorso una mia studente di liceo classico, per la prima volta, entra in contatto con l'arte di Pollock e rimane come folgorata. Di fronte a tanto entusiasmo (scusate, ma c'è qualcosa di più bello e importante del vedere negli occhi di una ragazza questo tipo di entusiasmo?) dico "bene, partiamo da qui". Ovviamente lasciamo fuori il latino e il greco (come mettere insieme Euripide o Tacito con il dripping?). Scegliamo insieme gli argomenti di tre o quattro materie, avendo cura che il tutto sia molto coerente e coeso. Ne esce fuori un ottimo lavoro. Ma… orrore! Il collega esterno di greco e latino mi va in tilt. Voleva un "amo" per abboccare, un argomento delle sue materie per attaccarsi col colloquio. Che c'entra Pollock con un liceo classico? E allora eccoci a correre, all'ultimo momento, per escogitare il modo di fornire un amo al collega, un amo il meno improbabile possibile, per mettere insieme la cultura greca e latina con l'action painting. Non ricordo nemmeno più cosa abbia io dovuto escogitare per aiutare quella ragazza (o meglio, ricordo benissimo, ma vorrei rimuoverlo, perché mi sembra un collegamento così stupido che mi vergogno).

Il fatto è che, improvvisamente, mi sono reso conto che tutti i miei consigli che ritenevo seri e sensati, potevano diventare controproducenti. Che nel gioco dell'esame di Stato avevo indirizzato una ragazza sulla casella sbagliata. Che, insomma, bisognava recitare una parte, accettare il gioco delle parti, la forma-esame, come in un dramma di Pirandello. Perché tirarsene fuori è molto rischioso, soprattutto per i ragazzi che vanno di fronte ai "kommissari".

Per cui oggi mi sento un inetto. Alzo le braccia. Quando do un consiglio aggiungo subito: "Qui lo dico e qui lo nego". Perché mi sono davvero stancato di combattere contro una mentalità che è ormai diffusissima tra i miei colleghi. Non ho più voglia di recitare la parte del profeta disarmato. E allora vai con Internet! Scarica da Internet! Tanto "non serve a niente".



© Riproduzione Riservata.

< PAG. PREC.  


COMMENTI
27/03/2016 - schizofrenia (Gabriella Villa)

giano bifronte? colui che demonizza e' lo stesso che all'esame di stato chiede il COLLEGAMENTO ... schizophrenia della professione!

 
24/03/2016 - Bruciala del tutto! (Sergio Palazzi)

In altre parole: o porti un bel lavoro totalmente tuo, che parte dalle tue esperienze magari di alternanza, che tassativamente se ne strasbatte dei collegamenti a italiano matematica ginnastica, e soprattutto esclude i "per inglese vorrei dire The Cat Is On The Table" da recitare cone la filastrocca di Natale di una volta. Oppure NON-LA-PRESENTI e fai sì che questa tua scelta venga valutata come un fantastico segnale di maturità. Ah, scusa collega, mi stavi dicendo che l'unica maturità che viene accertata dall'esame è quella della kommissione, e che quindi di fronte alla pochezza del kommissario medio questa scelta potrebbe non essere pienamente producente? Uffa.