BENVENUTO   |   Login   |   Registrati   |
Imposta Come Homepage   |   Ricerca Avanzata  CERCA  

CONCORSO SCUOLA DOCENTI 2016/ News e bando su Istanze online: come sapere se la domanda è stata accettata (Miur ultime notizie oggi 2 aprile)

Pubblicazione: - Ultimo aggiornamento:

Immagini di repertorio (Infophoto)  Immagini di repertorio (Infophoto)

CLICCA QUI PER LE ULTIME NOTIZIE SUL CONCORSO SCUOLA 2016, AGIGORNATE AL 3 APRILE 2016

 

CONCORSO SCUOLA DOCENTI 2016, NEWS E BANDO SU ISTANZE ONLINE: ECCO COME SAPERE SE LA DOMANDA E' STATA ACCETTATA (MIUR, ULTIME NOTIZIE OGGI 2 APRILE) - Dopo la chiusura delle iscrizioni al concorso scuola docenti 2016 gli insegnanti abilitati che hanno presentato correttamente domanda per partecipare alla selezione si chiedono se la richiesta è stata accettata. OrizzonteScuola spiega che la domanda per il concorso scuola docenti 2016 presentata tramite Istanze on line è una autocertificazione e a controllare i requisiti sarà l'Ufficio Regionale Scolastico della regione in cui si svolgerà la prova. E sottolinea che "i candidati, dunque, sono ammessi con riserva e l'USR destinatario della domanda, deputato al controllo di quanto dichiarato, qualora riscontri la mancanza di qualcuno dei requisiti di ammissione procede all'esclusione immediata dei candidati dalla procedura concorsuale. Questo non avverrà necessariamente prima della prova scritta ma, come indicato nei bandi, può avvenire 'in qualsiasi momento della procedura concorsuale' ".

CONCORSO SCUOLA DOCENTI 2016, NEWS E BANDO SU ISTANZE ONLINE: LE DOMANDE ANNULLATE PER UN CLIC SBAGLIATO (MIUR, ULTIME NOTIZIE OGGI 2 APRILE) - Ci sarebbe il malfunzionamento della piattaforma Istanze online alla base dell'esclusione di alcuni candidati al concorso scuola docenti 2016. La denuncia arriva da OrizzonteScuola: ormai i termini per le iscrizioni sono chiusi e non si può più presentare domanda per partecipare alla selezione. Ma negli ultimi giorni di iscrizioni alcuni docenti abilitati che avevano già inoltrato la domanda, "sono entrati nuovamente nel sistema per effettuare un controllo e hanno cliccato su 'modifica' anzichè su 'visualizza'. Dunque un clic e la domanda già inoltrata non è stata più valida, sarebbe stato necessario provvedere ad un nuovo inoltro entro il 30 marzo alle ore 14", sottolinea OrizzonteScuola. Il sito di riferimento per gli insegnanti spiega che "aver avanzato richiesta di modifica senza portare a termine l'operazione annulla solo la domanda e non recupera la precedente. Infatti chi ha svolto tale operazione ha ricevuto una e mail di annullamento della domanda di partecipazione. In alcuni casi, però, dati i malfunzionamenti di Istanze on line negli ultimi giorni precedenti alla scadenza dei termini per la presentazione, alcuni fra questi candidati non sono riusciti a inoltrare nuovamente la domanda".

CONCORSO SCUOLA DOCENTI 2016, NEWS E BANDO SU ISTANZE ONLINE: L'ANIEF PROROGA I TERMINI PER I RICORSI (MIUR, ULTIME NOTIZIE OGGI 2 APRILE) - Non si placano le polemiche riguardo al concorso scuola docenti 2016: le iscrizioni per i docenti abilitati si sono chiuse lo scorso 30 marzo ma adesso si teme l'arrivo di una valanga di ricorsi. Le domande presentate sono oltre 165mila, come comunicato dal ministero dell'Istruzione, e i ricorrenti al momento sono oltre 25mila, secondo quanto dichiarato dall'Anief. Il numero dei ricorsi però potrebbero anche aumentare nei prossimi giorni visto che il sindacato ha annunciato la proroga dei termini per presentare la documentazione: "Entro il 06/04 dovranno pervenire le ultime adesioni previo invio della domanda cartacea al USR di riferimento entro la data perentoria del 30/03. Infine, si ricorda che sarà sempre possibile aderire al ricorso avverso la tabella valutazione dei titoli fino alla pubblicazione dell'esito degli scritti". Al momento i primi ricorrenti sono stati ammessi con riserva al concorso scuola docenti 2016 dal Tar del Lazio ma si dovrà attendere l'esito definitivo che "potrebbe giungere molto presto, già il 7 e il 21 aprile" secondo quanto ipotizzato da OrizzonteScuola.



© Riproduzione Riservata.