BENVENUTO   |   Login   |   Registrati   |
Imposta Come Homepage   |   Ricerca Avanzata  CERCA  

SCUOLA/ Internet Day & TEDxYouth, la tradizione non è mai stata così nuova

Pubblicazione: - Ultimo aggiornamento:

Infophoto  Infophoto

Il prossimo 29 aprile, durante l'Internet Day introdotto dal premier Matteo Renzi, il Miur proporrà ad ogni classe, attraverso gli ambasciatori digitali di ogni scuola superiore italiana, di scegliere tra alcune diverse proposte per favorire la familiarità e la comprensione delle potenzialità di internet per la scuola. Tra le sei attività proposte dal ministero c'è anche quella di TEDxYouth@Bologna. 

L'iniziativa prevede che ciascuna classe il prossimo 29 aprile si trasformi in un palco di TED: in due ore e mezza, docenti e studenti, dopo essersi registrati alla pagina www.tedxyouthbologna.com/internet-day, potranno utilizzare gli strumenti (slide, video tutorial, video TED, etc.) che TEDxYouth@Bologna metterà a loro disposizione. 

Ogni studente potrà preparare un video di circa due minuti, registrandolo e caricandolo nell'apposita pagina web. Chi vorrà, potrà poi riprendere e migliorare il proprio video, per candidarsi a TEDxYouth@Bologna2016.

Da dove nasce questa bella possibilità?

Lo scorso 3 marzo il ministro dell'Istruzione on. Stefania Giannini e Bruno Giussani, responsabile di TED Global, hanno firmato un protocollo d’intesa triennale tra il Miur e TED (il primo al mondo di questo tipo, tra TED e un ministero dell'Istruzione) volto a favorire lo sviluppo delle competenze argomentative e del public speaking degli studenti, introducendo il metodo e le iniziative TED in tutte scuole superiori italiane. 

Come ha detto il ministro Giannini in occasione della conferenza stampa del 3 marzo scorso, TED è un format moderno che può aiutare anche noi italiani a farci riscoprire tutta la ricchezza della retorica classica della nostra tradizione e darle nuova vitalità. Tutte le competenze della retorica sono oggi sempre più richieste dalla scuola, dalla società e dal mondo del lavoro. 

Non un salto nel buio all'inseguimento della novità del momento, ma l'utilizzo consapevole e arricchente di un grande strumento, già utilizzato in tutte le città del globo, per la formazione dei nostri ragazzi dentro un rapporto con adulti che facciano loro da maestri. Da qui l'interesse e l'intelligente coinvolgimento del ministro con TED. 

Ma come si declinerà questo protocollo tra il Miur e TED? 

In primo luogo, gli studenti delle superiori italiani hanno, già dal 4 marzo 2016, l'occasione di partecipare al primo evento-concorso nazionale organizzato da TED in collaborazione con il Miur, ovvero TEDxYouth@Bologna2016: si tratta di un concorso, aperto a tutti gli studenti iscritti alle classi superiori italiane dalla prima alla quinta, a cui si partecipa scegliendo una tra le 11 diverse categorie — arte, matematica, scienze, sostenibilità, pensiero critico, sport, musica, informatica, start up-idee imprenditoriali, tecnologia, "x" categoria libera — preparando insieme ai propri docenti o anche da soli una video-candidatura, di massimo due minuti, in cui raccontare e presentare in modo efficace la propria idea di valore sul tema "Un nuovo inizio", declinato nella categoria scelta. 



  PAG. SUCC. >