BENVENUTO   |   Login   |   Registrati   |
Imposta Come Homepage   |   Ricerca Avanzata  CERCA  

SCUOLA/ Comitati di valutazione e merito, il "buco" del Miur

Pubblicazione:

Infophoto  Infophoto

Oltre all'incombenza di un monitoraggio repentinamente annunciato dal Miur che dovrebbe svolgersi dal 26 aprile al 6 maggio, relativo proprio alle modalità di costituzione dei comitati di valutazione e della definizione dei criteri di attribuzione e della loro applicazione, senza che ancora oggi si conosca neanche l'entità delle somme spettanti alle singole scuole.

Argutamente scriveva Italo Calvino: "Chi ha occhio, trova quel che cerca anche a occhi chiusi". E nelle scuole non sarebbe difficile da parte dei prèsidi individuare e valorizzare i tanti docenti meritevoli anche ad occhi chiusi, senza troppe procedure.  

Saprà anche il ministero, a questo punto della vicenda, guadagnarsi qualche "merito"?

< br/>
© Riproduzione Riservata.

< PAG. PREC.  


COMMENTI
27/04/2016 - Prèsidi con poteri paranormali (Vincenzo Pascuzzi)

“E nelle scuole non sarebbe difficile da parte dei prèsidi individuare e valorizzare i tanti docenti meritevoli anche ad occhi chiusi, senza troppe procedure” così conclude Ezio Delfino, DS e presidente nazionale Disal, forse con un sentimento misto di orgoglio, compiacimento e insieme frustrazione. Ora è pacifico e scontato che alcuni bravi DS siano in grado di individuare alcuni bravi e meritevoli docenti, ma è altrettanto pacifico e scontato che non tutti i DS siano in grado di individuare tutti i docenti meritevoli senza incorrere in errori od omissioni. In proposito, sono da condividere le preoccupazioni del DS Eugenio Tipaldi che segnala il “rischio di guerra fra bande” e alle quali ho indicato alcune aggiunte e integrazioni (v. orizzontescuola.it e tecnicadellascuola.it). Più che una furbata, Miur e governo – con l’iniziativa premialità - hanno commesso una ingenuità e un errore che potrebbero tornare indietro come boomerang.