BENVENUTO   |   Login   |   Registrati   |
Imposta Come Homepage   |   Ricerca Avanzata  CERCA  

MATURITA' 2016/ Prima prova, quell’"infinito" che (finalmente) circola nelle tracce di italiano

Pubblicazione: - Ultimo aggiornamento:

Vincent Van Gogh, Notte stellata (1889)  Vincent Van Gogh, Notte stellata (1889)

Se hai pensato allo spazio in cui non sei mai stato ma all'incanto delle stelle che ti puoi portare addosso anche in quel corridoio squallido in cui ti fanno fare le prove, e hai intuito per un attimo che quello ora è il tuo spazio, quella la tua avventura, quello il paesaggio da difendere, quella la frontiera da varcare, allora altro che 15 meriteresti, altro che 100! Non c'è voto, perché i centesimi non sono la misura di tutto. E tu lo sai, quant'è misera la gente che sbava sulle monetine dei centesimi, e quant'è bello sentirsi cento volte di più che «una totale nullità», sentire che c'è un'«ultima istanza» che risponde alla tua sete, che «la scintilla brilla in fondo al mare». Grida ancora la tua sete, per tutta la notte, infastidisci la loro pace: ora puoi andare alla seconda prova e sfidare la tua Spagna, con la certezza di essere, di valere infinito.



© Riproduzione Riservata.

< PAG. PREC.