BENVENUTO   |   Login   |   Registrati   |

Concorso scuola 2016/ Prove scritte correzione, info e risultati: orali, il sorteggio della traccia (Miur ultime notizie oggi, 6 giugno)

Concorso scuola 2016, correzione prove scritte, risultati e info orali: verso un concorso bis per i ricorrenti? Miur ultime notizie oggi, 6 giugno aggiornate in tempo reale

Immagini di repertorio (Infophoto) Immagini di repertorio (Infophoto)

Giorni di attesa per i risultati delle prove scritte per tutti quei docenti impegnati con il concorso scuola 2016. I test si sono conclusi lo scorso 31 maggio e ora gli insegnanti attendono di conoscerne l'esito. La valutazione degli elaborati da parte delle commissioni d'esame è in corso e si va dunque verso la seconda fase della selezione bandita dal Miur per quasi 64mila posti. OrizzonteScuola ricorda che sono ammessi a sostenere gli orali i candidati che abbiano superato le prove scritte e la prova pratica per quelle classi di concorso che la prevedono. Gli orali durano 45 minuti e consistono principalmente in una lezione simulata. Le tracce per gli orali "sono predisposte da ciascuna commissione in numero pari a tre volte quello dei candidati ammessi alla prova. Ciascun candidato estrae la traccia su cui svolgere la prova 24 ore prima dell'orario programmato per la propria prova. Le tracce estratte sono escluse dai successivi sorteggi".

Dopo il concorso scuola 2016 anche un 'concorso scuola bis'? A porre la questione, a prove scritte concluse, è il sindacato Anief. Per quanto riguarda la selezione bandita dal Miur si attende infatti la decisione sui docenti che hanno presentato ricorso contro la loro esclusione perché non abilitati. E il presidente del sindacato, Marcello Pacifico, contesta la posizione del Miur a riguardo: “Non vogliamo prefigurare nulla ma se le decisioni dei tribunali dovessero dare ragione all’Anief e ai suoi ricorrenti, al Ministero dell’Istruzione e ai suoi Usr si ritroveranno in piena estate, per forza di cose, ad organizzare una sorta di concorso scuola bis". Dunque in questi giorni non si parla solo della seconda fase del concorso scuola 2016, quella cioè degli orali che devono prendere il via, ma ancora di prove scritte eventuali. Pacifico spiega perché la questione dei ricorrenti non è da sottovalutare: "Minimizzare la questione dei ricorsi, come sta facendo il Ministro e il suo entourage, sostenendo che procede tutto per il meglio e le correzioni delle prove scritte sono già cominciate per poter avviare al più presto gli orali, creando le condizioni di una corsa contro il tempo, non crediamo che sia la modalità migliore per risolvere il problema: in attesa di sapere come finirà per i 25 mila laureati ricorrenti, in questo momento ci sono 2 mila Itp (Insegnanti Tecnico Pratici, ndr) che attendono una data”.

© Riproduzione Riservata.