BENVENUTO   |   Login   |   Registrati   |
Imposta Come Homepage   |   Ricerca Avanzata  CERCA  

SCUOLA/ Prof sospesa perché incapace, quei segnali che (forse) qualcuno non ha visto

Pubblicazione:

Infophoto  Infophoto

Provvedere a cambiare registro comunicativo dopo le prime contestazioni sarebbe stato salutare per tutti. Ma poteva/voleva farlo senza il supporto di un capo d'istituto adeguatamente informato e formato sulla delicata questione? Prosegue il padre nonché suo avvocato difensore: "Ogni sua azione è stata monitorata e ogni cosa che ha fatto è stata giudicata sbagliata — ha detto il signor Macluskey ai giudici —. Quest'esperienza l'ha completamente traumatizzata".

Ciò che doveva essere giustamente e correttamente "monitorato" era il suo stato di salute e qui sorge il dubbio che la professoressa sia divenuta monotona e ripetitiva perché non era più in grado di gestire il suo malessere che "montava" da tempo e la stava bruciando dentro, inesorabilmente. E' questo il punto di svolta da appurare. Se fosse stata sempre così com'è descritta, l'avrebbero allontanata o le sarebbe bastato frequentare corsi di aggiornamento sul noto cooperative learning, utilizzato efficacemente anche qui in Italia fin dalla fascia scolastica del ciclo elementare. A maggior ragione questo metodo meno frontale avrebbe sortito maggior autonomia e gratificato maggiormente i suoi ragazzi prima che i genitori puntassero l'indice e il capo d'Istituto il pollice verso. 

Allontanata perché non sa insegnare? Qualche dubbio è lecito e quindi andrebbe chiarito. Se — invece — fosse accaduto un "cambiamento", qualche "segnale" di disagio andava a maggior ragione colto per tempo dai suoi superiori. L'impressione è che sia stata lasciata sola. Impaurita, molto probabilmente ha messo in atto strategie di difesa sempre più inadeguate e strane.

Riconoscersi incapaci di gestire le classi implica una personalità ben formata, autoriflessiva, mente sana e consapevole del rischio di addentrarsi in una professione ad alto rischio di logoramento psicofisico, al pari se non più di altre più note helping professions. Mantenere inalterata la capacità di guardarsi in azione senza perdere le indispensabili capacità di autocritica e giudizio è attività introspettiva di non poco conto, da coltivare nel corso della vita. Specie se si scelgono professioni logoranti.

Per di più emergono gli attacchi frontali di genitori, come avviene pressoché ovunque, ai quali la professoressa — provata dalla sua condizione — non ha retto, persistendo indifesa e convinta del suo modus operandi nella relazione con la scolaresca. Avrebbe potuto evitarle tanta sofferenza e umiliazione una seria formazione in itinere su stress lavoro-correlato unitamente a controlli sullo stato di salute periodici da veri esperti del lavoro, come già avviene in Francia da anni?  Non solo strumenti alternativi alla lezione frontale, considerata ormai desueta, ma controllo della salute e la tenuta psicofisica anche dopo pochi anni d'insegnamento. 



© Riproduzione Riservata.

< PAG. PREC.