BENVENUTO   |   Login   |   Registrati   |
Imposta Come Homepage   |   Ricerca Avanzata  CERCA  

SCUOLA/ Droga in classe, chi sono i buoni e chi i cattivi?

Pubblicazione:

LaPresse  LaPresse

Nei commenti che molti genitori e alunni hanno scritto, sia sui giornali che sul web, traspare una grande amarezza: hanno lasciato sullo sfondo tutti gli altri personaggi, dicono i commenti, tutti quegli alunni che hanno fatto il loro dovere per un anno e si sono preparati all'esame con impegno e fatica. Che ruolo hanno avuto, loro? Come glielo spieghiamo che non sono solo dei comprimari, o addirittura dei personaggi sciocchi e inutili? Alla fine sembra che chi ha scritto questa storia, insomma, si sia dimenticato di loro. Ma anche di altro: hanno vinto i buoni? Hanno vinto i cattivi? Ma chi erano i buoni e chi erano i cattivi? Ha vinto la scuola? Ha vinto la verità? E' stato un successo formativo? Hanno perso o hanno vinto davvero i due ragazzi che si sono visti arrivare una promozione così?
Al termine di questa storia, che comunque qualcuno non aveva voluto raccontarci fino alla fine, siamo un po' più tristi. Ma non è la stessa tristezza che abbiamo provato con i miei alunni quando abbiamo letto quest'anno, con le lacrime agli occhi, l'ultima riga de Il maestro nuovo di Rob Buyea. E' una tristezza diversa, ancora più grande, se si pensa che intanto,  durante l'estate di questa scuola di carta, si fanno le grandi manovre per togliere i voti e per reintrodurre le lettere nelle valutazioni dei compiti e nelle pagelle. Forse, anche da questo, si capisce chi e che cosa vincerà, chi e che cosa perderà. Speriamo che ci sia ancora qualcuno capace di scrivere una storia diversa, qualcuno che resista e che scriva un finale diverso. Che ci faccia piangere sì, ma per la sua commovente bellezza.



© Riproduzione Riservata.

< PAG. PREC.  


COMMENTI
22/07/2016 - Ma manca ancora un pezzo della storia (Massimo Vignati)

Sarebbe bello pensare che a questo punto della storia (che continuerà per tutta la vita di chi ne è stato coinvolto) il cuore dei due ragazzi è cambiato. Sarebbe bello pensare che siano stati abbracciati da qualcuno come i figlioli prodighi. Sarebbe bello evitare di fare la parte del figlio bravo e buono, ma invidioso e un po' rompi ....