BENVENUTO   |   Login   |   Registrati   |
Imposta Come Homepage   |   Ricerca Avanzata  CERCA  

SCUOLA/ 100 e lode al Sud, perché non parliamo del valore legale del titolo?

Pubblicazione:

LaPresse  LaPresse

Perché non aprire una terza via? Perché non scatenare le domande e iniziare a riflettere insieme, dirigenti e insegnanti del Nord, del Sud, del Centro (insegnanti del Sud da sempre al lavoro al Nord e chi più ne ha più ne metta), su cosa sia questo titolo di studio che rilasciamo? Cosa sono le competenze che certifichiamo? E, forse, i licei che sono il Nord socio-culturale di questo Paese avrebbero da imparare dal Sud, ossia i professionali. E viceversa.



© Riproduzione Riservata.

< PAG. PREC.  


COMMENTI
14/08/2016 - Esami di Stato (lucia corucci)

Carissima, leggo con attenzione. La disparità di risultati tra Nord e Sud è la stessa che verifichiamo tra una commissione di esami e l'altra. Ho fatto gli Esami di Stato come esterna per Italiano e Latino. Avevo due classi: una con valutazioni molto alte e l'altra con voti più dimensionati. Guarda caso era più preparata quella con i voto più bassi! Allora, che facciamo? 1. Lavoriamo sui criteri di valutazione. Compito dei Collegi e dei Consigli di classe. 2. Affidiamoci a prove uniformi. Anche la terza prova dovrebbe essere ministeriale. 3. Valutiamo i docenti su parametri sicuri. 4. Cerchiamo di nn essere tanto larghi nei voti: usiamo griglie, specimina.. ma nell'incertezza tra un 9 e un 8 diamo.. un 7! Cari saluti