BENVENUTO   |   Login   |   Registrati   |
Imposta Come Homepage   |   Ricerca Avanzata  CERCA  

SCUOLA/ Paritarie, il difficile "autunno" sta per cominciare

Pubblicazione:

LaPresse  LaPresse

Si pensi ad un futuro in cui scelte su aspetti fiscali quali Tasi, Tari, o sulla regolamentazione della messa in ruolo di docenti in servizio presso la scuola paritaria, che tanti problemi ha creato e sta creando anche in questi giorni, siano fatte sulla base del parametro del servizio pubblico offerto e si valutino le conseguenze avute quando si è cercato di usare altri parametri quale quello della "natura giuridica dell'istituzione" (peraltro non prevista dalla legge 62) nel caso dell'Imu, problema non ancora risolto a fondo per un errore strategico, come ebbi a scrivere a suo tempo in un mio articolo, e si comprenderanno meglio la mie proposte.
Il clima, anche se non perdo mai l'ottimismo, è oggettivamente difficile e, alla ripresa, busseranno alla porta soluzioni normative circa la regolamentazione della scuola dell'infanzia da 0-6 anni prevista dalla legge 107 e la predisposizione del nuovo Testo Unico; se dovesse rimanere lo "strabismo" che porta a tenere una visione statalista nelle soluzioni, i guai sarebbero dietro la porta.
Dobbiamo mostrarci capaci di essere uniti e determinati, affrontando i problemi e le difficoltà nell'interesse complessivo del nostro settore e del bene delle scuole, per permettere loro di ottenere la valorizzazione della funzione sociale che svolgono e del valore pubblico essenziale che erogano, mettendo da parte qualche piccolo interesse immediato o qualche visione personale.
La sfida è grande perché i diritti non vengono graziosamente concessi, ma si conquistano e solo "uniti si può vincere".



© Riproduzione Riservata.

< PAG. PREC.