BENVENUTO   |   Login   |   Registrati   |
Imposta Come Homepage   |   Ricerca Avanzata  CERCA  

SCUOLA/ Aprea: il modello Lombardia? Libri sottobraccio e contratto di lavoro in tasca

Pubblicazione:

LaPresse  LaPresse

In Regione Lombardia, sono già più di mille gli studenti che cominceranno l'anno formativo non solo con i libri sotto braccio, ma anche con un contratto di lavoro in tasca. 

Sono solo i primi effetti dell'applicazione del sistema duale di integrazione tra istruzione, formazione e lavoro, che abbiamo costruito in Regione, attraverso la valorizzazione dell'apprendistato formativo e lo sviluppo di una filiera professionalizzante verticale che arriva fino al livello terziario.

Con il nuovo apprendistato duale, ad oggi 1.215 giovani, dai 15 a 18 anni, potranno acquisire una qualifica professionale o un titolo di studio, svolgendo almeno la metà del loro percorso formativo in azienda, mentre ancora studiano, firmando un contratto di lavoro ed acquisendo il doppio status di studenti e di lavoratori in settori d'avanguardia, quali meccanica, elettrico e elettronico, legno arredo, ristorazione, servizi alle imprese e benessere. Sono numeri destinati sicuramente a crescere considerato che il bando per l'incentivazione delle loro assunzioni con questa tipologia di apprendistato sarà ancora aperto fino al 15 ottobre.

Si tratta di un percorso che parte da lontano e che trova la sua origine nella mission del mio mandato "Studiare in azienda, trovare lavoro a scuola", che sta avvicinando la Lombardia ai migliori sistemi duali europei, in cui hanno dimostrato di essere un sicuro volano per l'occupazione giovanile.

La modifica della disciplina nazionale (Capo V del d.lgs. 81/2015) ed ancora prima l'approvazione della Legge Regionale 30/2015, che ha previsto l'obbligatorietà della realizzazione di un percorso di apprendistato per almeno un 5% di studenti della IeFP, hanno dato nuovo slancio a questa tipologia contrattuale finalizzata all'acquisizione del titolo. Con una prima dotazione finanziaria di 7 milioni di euro, sosterremo l'apprendistato per l'acquisizione di una qualifica o di un diploma IeFP o per la specializzazione IFTS, a cui si aggiungeranno i 15 milioni di euro per la sperimentazione del sistema duale promossa dal livello nazionale con il forte potenziamento delle esperienze di alternanza anche con l'avvio di nuove classi IeFP.

Si rafforza così l'esperienza della IeFP lombarda, che darà nuove possibilità di formazione e di inserimento lavorativo, proprio con la componente duale, caratterizzandosi sempre più come una reale alternativa al sistema scolastico. 

Nell'ottica della costruzione di sistema e di potenziamento della filiera verticale, da quest'anno abbiamo anche previsto uno stanziamento ad hoc, pari a 5 milioni di euro per l'attivazione di percorsi IFTS, in coerenza con la legge regionale 30/2015 e la legge su "la Buona Scuola" che permette a chi consegue un diploma di IeFP di iscriversi ad un ITS, dopo avere ottenuto la specializzazione IFTS. Risorse che si aggiungono a quelle del biennio scorso con cui sono stati finanziati 88 percorsi IFTS con il coinvolgimento di 2.167 giovani per un finanziamento complessivo pari a 9,4 milioni. 



  PAG. SUCC. >