BENVENUTO   |   Login   |   Registrati   |

Comunali Milano

RISULTATI ELEZIONI COMUNALI 2011/ Milano, dati definitivi: i voti per il sindaco e i voti delle liste per il consiglio comunale alle amministrative

Dopo lo scrutinio di tutte le 1251 sezioni, ecco i risultati definitivi delle elezioni comunali di Milano con i voti per i candidati sindaci e le liste che si sono presentate

Foto AnsaFoto Ansa

I risultati definitivi delle elezioni comunali di Milano (tutte le 1251 sezioni scrutinate) confermano che Giuliano Pisapia è riuscito a raccogliere oltre il 48% dei voti (per l’esattezza 315.862 voti, pari al 48,04% del totale), mentre Letizia Moratti si è fermata al 41,58% (273.401 voti). Manfredi Palmeri arriva al 5,54% (36.471 voti), seguito da Mattia Calise con il 3,22% (21.228 voti), Giancarlo Pagliarini con lo 0,64% (4.229 voti), Marco Mantovani con lo 0,35% (2.366 voti), Carla De Albertis con lo 0,27% (1.804 voti), Elisabetta Fatuzzo con lo 0,24% (1.613 voti) e Fabrizio Montuori con lo 0,06% (405 voti). Il 29 e il 30 maggio si terrà quindi il ballottaggio per decidere chi tra Letizia Moratti e Giuliano Pisapia sarà il nuovo Sindaco di Milano. Guardando alle precedenti consultazioni del 2006, Letizia Moratti allora prese 353.410 voti (pari al 51,97%) e vinse al primo turno. Giochi invece fatti a livelli di voti raccolti dalle singole liste. Il Pdl riesce a rimanere il primo partito in città, con il 28,74% dei voti (171.222 preferenze), ma il Pd gli si è avvicinato moltissimo, portandosi al 28,63% (170.551 preferenze). Il confronto con le precedenti comunali non è facile, dato che questi due partiti non esistevano ancora. Tuttavia, la sola Forza Italia aveva avuto 194.995 voti, pari al 32,22% (mentre Alleanza Nazionale raccolse 51.801 voti pari all’8,56%). Il calo per il partito di Silvio Berlusconi è quindi molto evidente. Sull’altro fronte, l’allora Ulivo raccolse 133.315 voti (22,03%) e la lista Ferrante altri 45.501 (7,52%). Dunque si può dire che il dato si sia mantenuto stabile. Il confronto con le regionali dell’anno scorso è forse fin troppo pesante per il centrodestra: il Pdl prese 185.896 voti (36,01%), mentre il Pd 135.115 (26,32%).

La Lega Nord diventa il terzo partito di Milano, avendo raccolto 57.403 voti (pari al 9,63%). L’anno scorso era però arrivato a 74.403 (14,49%), mentre nel 2006 era fermo a 22.702 (3,75%). Abbiamo poi Sel con 28.016 voti (4,7%), Lista civica Milano civica 22.995 voti (3,86%), Movimento 5 stelle con 20.438 voti (3,43%) e Rifondazione Comunista-Comunisti Italiani con 18.467 voti (3,1%). Tutte le altre liste sono rimaste sotto il 3%. L’elenco completo con il dettaglio dei voti raccolti è consultabile alla pagina successiva.

Gli elettori a Milano erano 996.400, di questi hanno votato in 673.185 (pari al 67,56%). In totale i voti per i candidati sindaco sono stati 657.379, mentre quelli per le liste 595.585. Le schede bianche sono state 5.257 (0,78%), quelle nulle 10.335 (1,53%) e quelle contestate 214 (0,03%).