BENVENUTO   |   Login   |   Registrati   |

BALLOTTAGGIO ELEZIONI COMUNALI/ Montezemolo contro la Moratti: che fine hanno fatto ordine e legalità?

Montezemolo non scende in campo ma si schiera. Lo fa dal sito dell’associazione Italia Futura, che a lui fa riferimento,  con un editoriale dal titolo esplicito: L'harakiri del centrodestra

Immagine d'archivio Immagine d'archivio

Montezemolo non scende in campo – non ancora – ma si schiera. Lo fa dal sito dell’associazione Italia Futura, quella sorta di Think Tank che a lui fa riferimento e che oggi pubblica un editoriale dal titolo esplicito: L'harakiri del centrodestra. «Già il primo turno – si legge -. aveva rivelato l’insofferenza di tanti moderati nei confronti della retorica dell’estremismo a cui si erano dedicati Berlusconi e i suoi alleati. Evidentemente  - continua l’articolo - il messaggio dell’elettorato non è stato recepito con chiarezza». Dura l’accusa, anzitutto, nei confronti del premier Berlusconi, reo di aver occupato tutti i media televisivi, con toni inadatti al ruolo che ricopre; e come lui, si sono atteggiati malamente, nello stile e nei contenuti, diversi esponenti del governo che hanno pavento rischi di invasioni di «di gay, spacciatori, musulmani e zingari». Secondo l’associazione di Montezemolo, i problemi e le preoccupazioni reali delle persone sono altri; a partire dal timore di non trovar lavoro o arrivare a fine mese. Poi, si passa alle elezioni milanesi. Dove il centrodestra sembrerebbe incapace di contestare Pisapia sul piano delle proposte, se non scavalcandolo  a sinistra «offrendo mance elettorali sotto forma di nuovi posti pubblici che i già tartassati cittadini italiani dovranno poi pagare».