BENVENUTO   |   Login   |   Registrati   |

Comunali Milano

BALLOTTAGGIO ELEZIONI/ Berlusconi al vertice del Pdl: "Abbiamo sbagliato candidati"

Berlusconi, durante l’ufficio di presidenza del Pdl ammesso che l’esito disastroso del voto sarebbe dipeso da scelte errate come alcune riguardanti i candidati.

Foto AnsaFoto Ansa

BERLUSCONI AMMETTE LA SCELTA DI CANDIDATI INADATTI - Berlusconi, durante l’ufficio di presidenza del Pdl avrebbe fatto una clamorosa ammissione. Analizzando il risultato del voto il premier avrebbe confessato che l’esito disastroso sarebbe dipeso da scelte errate; Berlusconi avrebbe detto che il risultato, forse, è legato anche dalla scelta di candidati inadatti. E’ quanto hanno riferito alcuni dei presenti alla riunione a Palazzo Grazioli alla quale figuravano, tra gli altri, Claudio Scajola, Antonio Martino e Renata Polverini. Il vertice riguardava la linea politica e l’azione del governo per i prossimi due anni e le riforme da attuare in tale lasso di tempo. Secondo quanto riferito, il presidente del Consiglio si sarebbe soffermato anche sulla politicizzazione del voto amministrativo. Secondo lui, si è oltrepassata la misura nel caricare eccessivamente le comunali di un significato politico a livello nazionale. Tuttavia, Berlusconi avrebbe garantito a chi lo ascoltava che il Pdl si conferma il partito più forte d’Europa dopo le elezioni di medio termine.