BENVENUTO   |   Login   |   Registrati   |

BALLOTTAGGIO ELEZIONI MILANO/ Cesare Romiti e Massimo Moratti appoggiano Pisapia

Due esponenti di spicco della buona società milanese, hanno espresso il proprio appoggio per  Pisapia. Cesare Romiti e Massimo Moratti lo hanno definito un vero moderato.

Foto Ansa Foto Ansa

Due esponenti di spicco della buona società milanese hanno espresso il proprio appoggio a Pisapia; gli ennesimi casi di endorsment al candidato della sinistra estrema che, questa volta, lasciano allibiti, per i personaggi e per le modalità. Cesare Romiti, anzitutto: l'ex Presidente Fiat e di Rcs, intervistato da Repubblica, senza mezzi termini, ha spiegato: «Ai miei amici che votano a Milano dico: votate per quel candidato che meglio corrisponde alle aspettative di una città a cui io devo molto». E ha aggiunto: «Giuliano Pisapia è il prototipo vivente del vero moderato». Certo, anche la Moratti, ha riconosciuto, lo è e ha sottolineto di conoscerla «molto bene, anche meglio di Pisapia. E' una donna seria, ambiziosa, totalmente dedita al lavoro e alla sua splendida famiglia». Tuttavia, «i toni usati in questa campagna non le appartengono. Spero in questi ultimi giorni di campagna ritrovi un po’ di serenità». Il secondo ad appoggiare Pisapia, è Massimo Moratti, presidente dell’Inter e cognato di Letizia. Che le sue idee non coincidessero con quelle del sindaco uscente, si sapeva. Come non coincidono quelle della moglie Milly, che si è candidata con una propria lista in sostegno di Pisapia. Non ci si aspettava, essendo così vicino alla Moratti, che facesse outing.