BENVENUTO   |   Login   |   Registrati   |
Imposta Come Homepage   |   Ricerca Avanzata  CERCA  

GRAN BRETAGNA/ La poca democrazia del Ministero che nasconde gli aborti

Pubblicazione:sabato 24 ottobre 2009

embrioR375_24mar09.jpg (Foto)

Nei citati tre paragrafi l’Information Tribunal pone una questione di fondamentale importanza non solo nel campo delle statistiche sugli aborti tardivi. La trasparenza, infatti, è un elemento fondamentale nel controllo della legalità del potere e costituisce un pilastro dell’impianto democratico di una società.

Il Ministro della Salute britannico, ora, dovrebbe meditare le parole pronunciate dal mitico editore del New York Times, Arthur Hay Sulzberger, il 30 agosto 1948 durante l’incontro della New York State Publishers Association: «Il giudizio di una persona non può essere certamente migliore dell’informazione sulla quale esso è basato. Se si consente l’accesso a dati veri, una persona potrebbe anche farsi un giudizio sbagliato, pur avendo la possibilità di una corretta elaborazione di quei dati; ma se non si consente l’accesso ad alcun dato o, peggio, si rilasciano, per superficialità, dati distorti, incompleti, raffazzonati, tendenziosi, o se, per ragioni di propaganda, si diffondono dati deliberatamente falsi, allora si otterrà l’effetto di annientare la stessa capacità di giudizio di una persona, rendendola qualcosa meno di un uomo». Una pedina nelle mani del potere.

Onore, quindi, ai giudici dell’Information Tribunal londinese. Ed a coloro che hanno deciso di ingaggiare una battaglia legale in difesa della verità.



© Riproduzione Riservata.

< PAG. PREC.