BENVENUTO   |   Login   |   Registrati   |
Imposta Come Homepage   |   Ricerca Avanzata  CERCA  

COREA DEL NORD/ Allarme da Seul, in aumento la precisione dei missili

Pubblicazione:domenica 5 luglio 2009

La Corea del Nord ha lanciato missili più avanzati con livelli di precisioni in aumento: all'indomani dei sette vettori sparati da Pyongyang, sale a Seul l'allerta per l'affidabilità dell'arsenale dello stato comunista. "Cinque dei sette missili lanciati dalla Corea del Nord sono finiti nella stessa zona a est, nel pieno del mar del Giappone, a circa 420 chilometri di distanza dalla base di lancio", ha detto un funzionario del governo sudcoreano all'agenzia Yonhap. "Questo significa - ha aggiunto - che la precisione dei missili é in miglioramento".

 

La Corea del Nord è accreditata del possesso di oltre un migliaio di vettori di debole qualità in base al cosiddetto 'Circular error probable' (Cep), modello di riferimento che misura l'affidabilità dei razzi. Tracciando un cerchio intorno al bersaglio all'interno del quale si presume che il 50% delle testate lanciate possa cadere, si riesce a formulare il margine di errore potenziale dei missili. Ebbene, secondo fonti della difesa, ieri si è calcolato per la prima volta il Cep, pari a 1-2 chilometri.

 

I sette missili lanciati ieri hanno percorso tra i 400 e i 500 chilometri prima di inabissarsi nel mar del Giappone, ma con ogni probabilità - come ipotizza anche la stampa nipponica - diversi erano del tipo Scud-Rodong, cioé vecchi Scud russi rielaborati che sono stati volontariamente tarati sulla distanza più breve malgrado il potenziale di 1.000-1.500 km. Secondo le prime risultanze, infatti, almeno due dei sette missili hanno registrato una velocità insolitamente più alta, per quello che è un elemento che lascia ipotizzare l'uso anche dei Rodong.



© Riproduzione Riservata.