BENVENUTO   |   Login   |   Registrati   |

BIRMANIA/ L’Ue chiede il rilascio immediato di Aung Saan Suu Kyi

L’Unione Europea si schiera con Aung Saan Suu Kyi, leader dell’opposizione birmana condannata oggi a 18 mesi di arresti domiciliari

L’Unione Europea si schiera con Aung Saan Suu Kyi, leader dell’opposizione birmana condannata oggi a 18 mesi di arresti domiciliari. La presidenza di turno dell’Ue chiede infatti il rilascio immediato e incondizionato della donna.

In una nota, il processo a cui è stata sottoposta Aung Saan Suu Kyi viene definito «ingiustificato» e «in violazione delle leggi nazionali e internazionali».

© Riproduzione Riservata.