BENVENUTO   |   Login   |   Registrati   |
Imposta Come Homepage   |   Ricerca Avanzata  CERCA  

TERRORISMO/ Jenkins: Al Qaeda non è più capace di attacchi come 11/9

Pubblicazione:giovedì 10 settembre 2009

Secondo Brian Michael Jenkins, uno dei massimi esperti mondiali di terrorismo "Al Qaeda non è più in grado di organizzare un grande attacco. Le sue capacità sono andate deteriorandosi negli anni e ha grandi difficoltà a portare avanti la sua campagna terroristica globale".  La macchina del terrore costruita da Bin Laden avrebbe un problema di "controllo di qualita'', dei suoi uomini, che non sono esperti come i loro predecessori. Anche la diminuzione degli attacchi in numero fa pensare che la base su cui può contare Al Qaueda sia dimunita. Ora gli attentati sono occasionali. Dall'altro lato invece gli stati Uniti hanno migliorato molto il controllo del territorio e l'intelligence.  "Gli Stati Uniti sono una nazione di 300 milioni di persone - spiega Jenkins - la possibilita' che qualcuno muoia in un attentato terroristico e' di una su un milione, contro l'una su ottomila di morire in un incidente stradale e l'una su 18mila di essere vittima di un omicidio".

 

Tra l'altro, gli attentati eseguiti in stati musulmani hanno portato da una parte ad una maggior collaborazione di questi stati con gli Usa, dall'altra una minore popolaritò per Al Quaeda. Quando Osama Bin Laden e di Ayman al-Zawahiri moriranno Al Qaeda proabbilmente non sparirà ma sarà definitivamente ridimensionata: "Non credo che a quel punto l'intero movimento collasserà - conclude Jenkins  - ma sara' irrimediabilmente ridotto all'irrilevanza, perché al Qaeda cavalca le onde, ma non e' in grado di provocarle".



© Riproduzione Riservata.